FORUM Club Italiano del Colombaccio


massimiliano

  • Moderatore
  • Full Member
  • *
  • Alta Val d'Elsa
  • Post: 105
    • Mostra profilo
Risposta #9 il: 10/01/2022 - 14:28
Nei giorni di migrazione di metà Ottobre  2021 fu notata un’anomala MIGRAZIONE  INVERTITA  che precedette un terremoto ( 3.7 Richter)  nella nota area sismica di Visso (MC) già devastata nel 2016 .



Massimiliano Piersimoni,Rino Meotti,Andrea Campigli, Riccardo Rossi,Andrea Pieri,Massimiliano Profidia, Giacomo Secciani,Marco Stefanini,Giancarlo Fiammelli,Renato Bianchi,Filippo Della Martera,Michele Baroni ( ci scusiamo per eventuali omissioni o inesattezze)   segnalarono direttamente e/o raccolsero testimonianze del fenomeno che furono poi trasmesse ad un Centro di Ricerca Scientifica che studia le anomalie elettromagnetiche del territorio in coincidenza previsionale dei terremoti in Italia .

Le. Segnalazioni riguardarono le seguenti località del Centro Italia : Radicandoli,Volterra,Valfabbrica,Mazzolla,Alto Mugello,Savena,Val di Lamone,Santerno,Gualdo Cattaneo,Giano dell’Umbria, Massa Martana,Montecchio,Castelvecchio,Grutti,Sacinelle,Arcevia,SanSeverino Marche,Campiglia Marittima,Città di Castello,Boncio Siligate. Mugello ( ci scusiamo per eventuali omissioni o inesattezze).



I Ricercatori di livello Internazionale hanno elaborato ora un complesso Lavoro che dimostra come le tempeste elettromagnetiche c.d. “ di faglia” ,precedenti i terremoti , possono anche sconvolgere il sistema di bussola biologica che regola la migrazione degli uccelli ,così come - per le pregevoli osservazioni del Club Italiano del Colombaccio - fu registrato nel 2016 ” http://www.scienceheresy.com/ornithologyheresy/Cavina.pdf,”   ed ora nel 2021. . Il solo contributo del Club - legato alla sensibilità naturalistica dei suoi membri- si rivela ancora una volta determinante per la Ricerca Scientifica di avanguardia .



La stesura e complessa analisi delle risultanze scientifiche elaborate da Ricercatori di alta specializzazione si sono concluse ed ora un preannunciato Lavoro scientifico verrà pubblicato su una Rivista di alto profilo internazionale , e tutto con le etichette delle seguenti Istituzioni :



1 – Radio Emissions Project, Lariano, Rome, Italy; 2 – Club Italiano del Colombaccio, Italia; 3 – Department of Science and Environment UPKL, Brussels.



Qui di seguito una prima sintesi delle Conclusioni .

“ Le conclusioni di questo studio permettono di rilevare che esistono fenomeni potenzialmente registrabili che possono preavvisare il verificarsi di un terremoto, compreso il comportamento degli uccelli e in questo caso quello degli uccelli migratori, come il Colombaccio (Columba palumbus). I ricercatori coinvolti in questo studio considerano questa evidenza estremamente importante in un particolare contesto sismico come quello del territorio italiano, dato che tali comportamenti possono preannunciare il verificarsi di terremoti di una certa magnitudine. Lo studio comportamentale di questi uccelli, abbinato al monitoraggio elettromagnetico del territorio nazionale, potrebbe essere uno strumento per valutare se esiste un reale rischio sismico. I dati hanno infatti mostrato che esiste una chiara relazione tra il numero dei terremoti, il numero delle migrazioni inverse e la comparsa di segnali elettromagnetici di origine crostale, evidenza che dà importanza a questa ricerca ancora pionieristica e sperimentale “

NB- Appena pubblicato verrà data informazione.



Ringraziamo quindi - oltre i Ricercatori Specialisti-  tutti i Cacciatori che sul Forum e con segnalazioni personali hanno consentito questo importante risultato scientifico : Massimiliano Piersimoni,Rino Meotti,Andrea Campigli, Riccardo Rossi,Andrea Pieri,Massimiliano Profidia, Giacomo Secciani,Marco Stefanini,Giancarlo Fiammelli,Renato Bianchi,Filippo Della Martera,Michele Baroni ( ci scusiamo per eventuali omissioni o inesattezze) .


Enrico Cavina
https://enricocavina.academia.edu/

« Ultima modifica: 11/01/2022 - 12:35 da Vasco »

Vasco

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1240
    • Mostra profilo
Risposta #8 il: 20/10/2021 - 23:42
La possibilità di un nuovo terremoto il Prof. me l'ha ricordata un giorno prima quando ha letto nel forum le segnalazioni di passo di ritorno, mi son messo a ridere...: "vuoi che pubblico questa tua previsione sul sito e sul forum....beh pensa se succede...." Comunque terremoto a parte che fortunatamente non ha procurato altri danni, tutto ciò è stato utile.....era talmente "frizzante" ...."guarda che ho scritto nel forum" E allora bentornato nel forum Enrico...
Un abbraccione.
Vasco

giamp50

  • Hero Member
  • *****
  • entroterra Conero -media bassa Valmusone
  • Post: 1318
    • Mostra profilo
Risposta #7 il: 20/10/2021 - 13:27
Sempre acuto osservatore e profondo analizzatore il nostro Prof.

Seagate

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 99
    • Mostra profilo
Risposta #6 il: 19/10/2021 - 16:20
Mi pare che sui Pirenei tengano i conteggi anche di quelli di ritorno e quando vanno a tirare le somme li sottraggono per dare il totale degli svernanti in penisola iberica...non son pochi...

ric

  • Full Member
  • ***
  • Alto Mugello - passo del Giogo
  • Post: 179
    • Mostra profilo
Risposta #5 il: 19/10/2021 - 16:10
Per quello che si io, sicuramente branchi di ritorno dalla valle del Savena, valle Santerno, del Senio e del Lamone. Quindi in tutti e tre i comuni dell'Alto Mugello. Nel gozzo abbiamo trovato piccole foglie, erba medica forse e altri fili d'erba.

Enrico Cavina

  • Sr. Member
  • ****
  • Fabriano ( Ancona )
  • Post: 371
    • Mostra profilo
Risposta #4 il: 19/10/2021 - 05:59
- COLOMBACCI " di ritorno" e previsione di TERREMOTI
- APPELLO  a TUTTI

Ancora una volta la capacità di attenta osservazione - da parte dei Cacciatori  - di quanto avviene in Natura ha fatto " centro " !
Già nel 2016 dopo il disastroso sisma nell'Appennino Umbro Marchigiano  22 segnalazioni di "Migrazione al contrario " dei Membri del Club consentì di relazionare il fenomeno - osservato 48 ore prima del sisma - alla tempesta "radio-elettromagnetica" che aveva scombussolato ( ...il termine è perfetto perchè include la bussola) la bussola biologica dei Colombacci r,ivoltando le loro capacità di orientamento .
Fu allora pubblicato on-line un breve Lavoro con il supporto di Esperti del Centro di studi sulla previsione dei terremoti RDF ((personal comunication by
-Radio Emission Project - LTPA Observer Project -5 Nov.2016)
< http://www.scienceheresy.com/ornithologyheresy/Cavina.pdf
Earthquakes, geomagnetism and the reversed sense of direction of woodpigeons (Columba palumbus) during their 2016 October migration in Central Italy.>

Ieri 18 Ottobre 2021 : forte scossa in provincia di Macerata. Una scossa sismica di magnitudo 3.8 si è registrata alle 14.54 in provincia di Macerata a pochi km da Visso, a una profondità di 10 km. La forte scossa è stata percepita anche in provincia di Ascoli, in particolare ad Arquata del Tronto, Ancona, Monterotondo e in maniera in minore a Roma . L'Istituto di Geofisica e Vulcanologia ha immediatamente identificato la tipologia del sisma di ieri che ha avuto le stesse caratteristiche del sisma 2016 ( fortunatamente con potenza minore ) con un meccanismo che è è «quello classico osservato nelle faglie dell'Appennino, allungate lungo la catena montuosa», di tipo estensionale e abbastanza superficiale..

Dopo le segnalazioni in Forum del 17 Ottobre ( Colombi di ritorno -https://www.ilcolombaccio.it/bacheca/index.php/topic,4493.0.html ) era sorto il dubbio che il fenomeno potesse essere collegato ad un terremoto incombente analogo al 2016 e questo c'è stato ieri .
Abbiamo ripreso il contatto con il Centro RDF e ci hanno confermato che la tempesta radio-elettromagnetica c'è stata " Per quanto riguarda il caso in questione, i dati principali sono stati registrati dalla nostra rete RDF a partire dal 16 ottobre 2021, dalla stazione di Ripa-Fagnano AQ (intorno alle ore 15:00 LT alle ore 20:00 LT), per registrare i medesimi segnali dalla postazione RDF di Lariano RM ad iniziare dal 16 ottobre 2021 (intorno alle ore 12:30 LT - 16:00 LT). Ulteriori segnali sono stati registrati dalla stazione di Pontedera PI (ad iniziare dalle ore 00:00 LT di questa mattina 18 ottobre 2021)"  e la ns. segnalazione coincideva perfettamente .
sismico:




I Ricercatori di RDF vorrdbbero approfondire le ns segnalazioni e ci scrivono
"Come tra l'altro avvenuto in passato, parliamo del monitoraggio dei segnali elettromagnetici, segnali che anche i Colombacci  riescono ad identificare per il proprio orientamento e che in presenza di accumulo di stress sulla faglia variano in base all'energia in accumulo. E' ovvio che i Colombacci percepiscano tali variazioni non consentendo loro di orientarsi. Emissioni elettromagnetiche forti possono sovrapporsi alla normale mappatura geomagnetica terrestre (locale), disturbandola. In parole povere ci troviamo di fronte ad un meccanismo sismogenetico che emette emissioni radio e queste emissioni, come nell'uomo, possono determinare a questi animali, estremamente sensibili, una modifica del loro comportamento rispetto all'orientamento naturale, entrato su precisi punti."
Il Direttore RDF ( dr.D.Cataldi che ringraziamo ) aggiunge "
"Tutti  i segnali  convergono nell'area epicentrale. Secondo me, in tale contesto, risulterebbe interessante realizzare un paper per descrivere meglio e discutere in modo esaustivo tale fenomeno già osservato precedentemente. La ringrazio ancora per la sua segnalazione! Attendo un suo cortese riscontro."


Quindi ancora una volta la Scienza chiede la ns collaborazione ed il ns. tentativo - pur tante volte osteggiato - di portare la politica du Ricerca del Club su precise linee di rigidità scientifica delle Ricerche assume  più forte giustificazione e possibilmente rispetto .
Quindi l' APPELLO è a tutti quanti nei giorni 16-17 -18 OTTOBRE  hanno osservato Colombi "di ritorno" nelle loro postazion di SEGNALARE ( ecavinaster@gmail.com) la loro postazione . Grazie.

Enrico Cavina
« Ultima modifica: 19/10/2021 - 11:09 da Vasco »
Enrico Cavina
ecavinaster@gmail.com

zimbello

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 57
    • Mostra profilo
Risposta #3 il: 17/10/2021 - 23:27
Si ma oggi non c’erano le condizioni meteo sfavorevoli per far sì che ritornassero nel continente.. probabilmente i contingenti in arrivo in questi giorni sono quelli che si fermeranno (si spera) tutto l’inverno. Dovrebbero essere quelli in arrivo da più lontano? Il progetto hobson ce lo dirà!

Vasco

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1240
    • Mostra profilo
Risposta #2 il: 17/10/2021 - 21:58
Bravo Rimescolo, analisi perfetta, cambia la direzione del vento, le condizioni meteo e si verifica questo movimento inconsueto della migrazione. La spiegazione come ricordi la da il satellite meteo, non ci sono condizioni idonee per traversare il mare quindi se si vogliono fermare e mangiare devono cercare zone tranquille.......
Un abbraccio.
Vasco

Rimescolo

  • Sr. Member
  • ****
  • campiglia m/ma
  • Post: 399
    • Mostra profilo
Risposta #1 il: 17/10/2021 - 20:53
Da noi (litorale toscano) questo andirivieni dei colombacci, durante la migrazione, è consuetudine in certe condizioni meteo. Sull'appennino ci fanno notare gli amici, è un fenomeno anomalo. La prima volta, credo di ricordare, fu in occasione del terremoto umbro/marchigiano. Alcune supposizioni ci fecero propendere per uno stravolgimento naturale...
Credo che le motivazioni che portano i colombacci a ritornare indietro, dal mare verso il continente, siano molteplici. Provo ad elencarne alcune:
- con venti di scirocco e turbolenze in mare, il colmbaccio non migra, si può affacciare alle piccole isole ma dopo ritorna indietro e attende condizioni meteo favorevoli.
- fase di spostamento (ritorno) per risorse alimentari
- migrazione a corto raggio
- popolazione sedentaria
- ecc..ecc..
Per la cronaca, o per la ricerca, questo ottobre osservo una popolazione di colombacci veramente "in carne", con piumaggio invernale...nel gozzo di un esemplare adulto c'erano legumi e cereali, mais e fagioli!!
Cosa ne pensate, un caro saluto
La passera è sempre la passera! Solo la fetta di cocomero fresca ci va vicino.........