FORUM Club Italiano del Colombaccio

Alex

  • Newbie
  • *
  • Post: 11
    • Mostra profilo
Risposta #4 il: 21/12/2018 - 07:36
Grazie speriamo io fino ad a ora insegnavo alle nuove leve o meglio nuovi futuri cacciatori a far prendere il porto d'armi uso caccia e non è  facile poi se cambiano le cose così rapidamente anche peggio un saluto a tutti e auguri di buon natale .

Badger

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 52
    • Mostra profilo
Risposta #3 il: 21/12/2018 - 07:23
Le ultime notizie che Silvestro ha diffuso sono di una pronta reazione della Regione che si è attivata presso Ispra in più vi dico che è prevista una riunione della Giunta ad hoc il 7 gennaio incrociamo le dita ciao

Badger

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 52
    • Mostra profilo
Risposta #2 il: 20/12/2018 - 11:31
Scusami Alex ma le cose non stanno proprio così. La Regione non ha deliberato proprio niente ma si è limitata, obtorto collo, a prendere atto della sospensiva concessa dal Consiglio di Stato e, a tutela dei cacciatori, ha indicato le nuove date di chiusura per specie. Se Vi interessa Vi spiegherò, ammesso che non sappiate già, come stanno le cose. In settembre il TAR toscano ha rigettato la richiesta animalista di concedere la stessa sospensiva su una serie di quesiti, avverso parti del Calendario Venatorio, proposti da frange animaliste,  sui quali si è riservato di rispondere NEL MERITO. Uno di questi quesiti riguardava il disposto dell'art. 18 della L. 157/92 "specie cacciabili e periodi di attività venatoria". In sostanza rifacendosi ad un parere ISPRA del 2010, si interpreta il disposto del suddetto art. commi 1 e 2 nel senso che il concedere giornate anticipate di caccia ad alcune specie, rispetto alle indicazioni della legge, determinerebbe una compensazione di giornate non già per quelle effettivamente concesse ma per tutto il periodo intercorrente tra la giornata concessa e  quanto invece previsto dalla legge, in sostanza dal primo settembre alla data di effettiva apertura alla specie, ovvero quest'anno 16 settembre. Ora anche un cieco si rende conto leggendo che si tratta di in interpretazione al limite del funambolismo legale spinto ma così stanno le cose. Per cui il Consiglio concede la sospensiva e rimanda al Tar per il parere di merito. In base alla mia esperienza di diritto amministrativo io non sono molto fiducioso che la questione si possa risolvere con una prognosi fausta infatti non può certo bastare riscrivere la delibera perchè si tratta di un evento già trascorso, poi può darsi che gli uffici  della Regione possano trovare un escamotage tecnico legale al quale i nostri avversari non possano trovare riparo in tempo utile ma non so immaginare quale, poi sapete, in Italia il diritto è come la trippa e quindi.....Ciao

Alex

  • Newbie
  • *
  • Post: 11
    • Mostra profilo
Risposta #1 il: 19/12/2018 - 06:58
Buongiorno di seguito farò un copia incolla di quello che la regione toscana ha deliberato in questi giorni a discapito dei cacciatori ,in Italia basta 2 bischeri e fanno quello che vogliono solo perché comandano e noi accettiamo ogni cosa comunque questa è  l'ennesima riprova che la caccia andrà a finire con la ripercussione su tutto quello che gli ruota intorno e chi comanda non capisce che sono soldi che non entrano più nelle casse della regione e della stato che gli permettono a lor signori di stare seduti su le loro belle poltrone
Caccia, cambia in corsa il calendario venatorio
FIRENZE - La Regione Toscana ha inviato alle associazioni dei cacciatori un comunicato ufficiale sulla sospensiva del calendario venatorio. Chiusura anticipata - fra le altre specie - a Merlo, Cornacchia, Alzavola, Germano, Colobaccio e Beccaccia
 18 Dic 2018 -


Il Consiglio di Stato ha infatti disposto la chiusura anticipata della caccia, su tutto il territorio regionale, alle seguenti specie:
Merlo: chiusura della caccia dal 18 dicembre 2018
Cornacchia grigia, Ghiandaia, Gazza:
chiusura della caccia dal 17 gennaio 2019
Alzavola, Marzaiola e Germano Reale: chiusura della caccia dal 17 gennaio 2019
Colombaccio: chiusura della caccia dal 17 gennaio 2019
Beccaccia: chiusura della caccia dall’ 11 ge
nnaio 2019
La Confederazione Cacciatori Toscani ha gia’ chiesto all’ Assessore regionale Marco Remaschi di assumere urgentemente le
dovute iniziative necessarie attesa della discussione di merito che sarà affrontata dal TAR della Toscana.