FORUM Club Italiano del Colombaccio

Denis

  • Visitatore
Risposta #9 il: 09/10/2017 - 21:55
Buona sera a tutti mi permetto di dissentire dalla tesi di Denis e Enrico al riguardo allo svuotamento del bosco di Mesola avvenuto venerdì notte. Premetto che non ho nessuna informazione  al riguardo quindi la mia opinione è solo dettata dalla logica supportata da due fatti inconfutabili. Primo per tutto il pomeriggio ho visto il meteo radar che indicava costanti piogge anche intense sulla zona. Secondo in quasi tutta la Toscana ,dal Mugello al senese , ieri mattina sono stati avvistati pochissimi colombacci e soprattutto di prima mattina spollo quasi inesistente , da quel che ho visto e ho potuto vedere dall’MCL e dal gruppo whatsapp anche in Romagna pochissimi avvistamenti. Quindi in una sola notte dove sarebbero andati a finire? Inoltre cacciatori in zona Mesola mi hanno riferito che ieri mattina se ne vedevano in quantità.
Inoltre ricordo che quando successe l anno scorso che partirono di notte con la luna e la neve sull Appennino la mattina seguente ne furono avvistati veramente tanti
Quindi se veramente il bosco di Mesola si è svuotato per il mio vedere è un bel dilemma
Saluto tutti Franco

Intanto vorrei fare notare che io dal gruppo whatsapp  del Club mi sono cancellato dopo qualche giorno per non perdere tempo a leggere tanti messaggi inutili e quindi dal gruppo non vedrai sicuramente notizie di avvistamenti della migrazione da parte mia, mentre in  MCL si  e di colombacci entrati in Italia nella parte Nord-Italia di provenienza diretta dal mare devi sapere che ne sono entrati a bizzeffe sia sabato che domenica.
Mesola si vuota e si riempie continuamente per tutto il mese con delle punte massime che quest'anno non ha ancora sicuramente raggiunto.
Vedere 15000/20000 colombacci che fanno navetta dal bosco verso Rivà ( nel Rovigotto) ogni giorno non significa che Mesola sia piena. Mesola è piena quando strarippa su tutti i lati come venerdi scorso e sabato invece Mesola non straripava proprio per niente ma rimaneva solo la scia dei colombacci che vanno a Rivà e Adria nel Rovigotto. Ho chi me li sta tallonando per studiarli dove strariperanno nel rovigotto  nei giorni prossimi per forse future cacciate.
 
Venerdì scorso era invasa da branchi di colombacci che frullavano da tutte le parti compresi i colombacci che fanno navetta dal bosco alla AFV di Rivà in quel di Rovigo ma guarda caso sabato mattina a Mesola gli unici colombacci erano quelli che viaggiano verso l'AFV di Rovigo. nessun cacciatore sparava nelle aere di caccia attorno al Bosco.
Mesola si è vuotata, ma Mesola ha anche nello stesso tempo ricevuto di nuovo migliaia di branchi di colombacci in arrivo nella giornata di ieri : vedere a proprosito gli ingressi sulle coste romagnole in provincia di Forli-cesena e Rimini e vedere gli avvistamenti sulla direttrice Nord-Est/ Sud-Ovest tra Cesenatico-Monte codruzzo-Verghereto.
Un saluto a Tutti, Denis
 

Rimescolo

  • Sr. Member
  • ****
  • campiglia m/ma
  • Post: 399
    • Mostra profilo
Risposta #8 il: 09/10/2017 - 21:11
Buona sera a tutti, oggi zona Montioni-Populonia avvistati veramente tantissimi colombacci, a tratti molto confidenti. A differenza di ieri, non sono stati avvistati nel pomeriggio....
Un plauso al prof.Cavina per aver letto tra le righe questa imponente ondata migratoria, basandosi essenzialmente sul corridoio di alta pressione atmosferica dei Balcani, e qui non ci piove, ma alcuni venti di mare dalle nostre parti, fino a ieri, non favorivano certo la migrazione....fino a ieri!!!!Ibal, Rimescolo
La passera è sempre la passera! Solo la fetta di cocomero fresca ci va vicino.........

Leonardo

  • Newbie
  • *
  • Post: 5
    • Mostra profilo
Risposta #7 il: 09/10/2017 - 20:59
Buonasera a tutti. Sono uno dei segnalatori Mcl ma purtroppo il lavoro mi permette di poter ciacciare soltanto il fine settimana. Volevo fare i complimenti per il programma e per l impegno e l interesse che deve esserci dietro. Solo una domanda. Non conviene dividere l Italia anche in fasce verticali?almeno tre fasce primarie come adriatico. Entroterra e tirreno xche sicuramente gli stessi Colombi vergono contati più di una volta. Comunque di nuovo complimenti

Polvere

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 52
    • Mostra profilo
Risposta #6 il: 08/10/2017 - 20:02
Buona sera a tutti mi permetto di dissentire dalla tesi di Denis e Enrico al riguardo allo svuotamento del bosco di Mesola avvenuto venerdì notte. Premetto che non ho nessuna informazione  al riguardo quindi la mia opinione è solo dettata dalla logica supportata da due fatti inconfutabili. Primo per tutto il pomeriggio ho visto il meteo radar che indicava costanti piogge anche intense sulla zona. Secondo in quasi tutta la Toscana ,dal Mugello al senese , ieri mattina sono stati avvistati pochissimi colombacci e soprattutto di prima mattina spollo quasi inesistente , da quel che ho visto e ho potuto vedere dall’MCL e dal gruppo whatsapp anche in Romagna pochissimi avvistamenti. Quindi in una sola notte dove sarebbero andati a finire? Inoltre cacciatori in zona Mesola mi hanno riferito che ieri mattina se ne vedevano in quantità.
Inoltre ricordo che quando successe l anno scorso che partirono di notte con la luna e la neve sull Appennino la mattina seguente ne furono avvistati veramente tanti
Quindi se veramente il bosco di Mesola si è svuotato per il mio vedere è un bel dilemma
Saluto tutti Franco

Enrico Cavina

  • Sr. Member
  • ****
  • Fabriano ( Ancona )
  • Post: 371
    • Mostra profilo
Risposta #5 il: 08/10/2017 - 17:25
MCL ANALISI 30 sett.-8 ott. e Previsione
MCL Analisi e Previsione 30 sett.- 8 Ottobre

La migrazione è iniziata prepotentemente e così anche i “passi”locali in molte zone.
MCL ha cominciato a funzionare . Segnalatori iscritti oltre 110 .
Nei primi nove giorni di operatività MCL dobbiamo rilevare
SCARSA PARTECIPAZIONE ATTIVA , molto scarsa .

Richiamiamo i Segnalatori iscritti ad essere operativi nelle segnalazioni degli Avvistamenti sia sul campo ( comprendiamo le iniziali difficoltà in questa prima fase ) sia eventualmente con appunti da immettere a fine caccia.
Il collegamento con i Forum Regionali si sta rivelando molto utile per le opportune valutazioni integrate con MCL .

Per questa prima Analisi vera volutamente tralasciamo di entrare in dettagli che potranno essere recuperati a fine stagione nella Sintesi Conclusiva .

ANALISI

Sono stati registrati in nove gg.( alle ore 14 del 8 Ott.Domenica)
– 629 Avvistamenti , con prevalenza nella fascia Latitudine “Centro”
– 24.560 Colombacci ( numero elaborato dal software sulla base dei gruppi numerici )
– 32 capi la consistenza media dei branchi nei 629 Avvistamenti ( elaborazione idem c.s.)
– altezza media degli Avvistamenti di 70 m. al suolo locale.
– confidenza : mediamente così e così

I dati raccolti ( ripeto ancora con scarsa partecipazione attiva ) nelle varie visioni cartografiche giornaliere hanno potuto essere collegati con i vari contributi dei Forum Regionali , oltre che con osservazione personale e comunicazioni personali ricevute via email/telefono .

Sono base di comparazione con i dati meteo i seguenti Link , avendo considerato per l’Italia l’area di Mesola , quale punto d’ingresso più rilevante in questa prima fase migratoria .

grafici weather history

Russia – Ottobre

https://www.wunderground.com/history/airport/UUEE/2017/10/1/MonthlyHistory.html

Ucraina

https://www.wunderground.com/history/airport/UKKK/2017/9/24/WeeklyHistory.html

Istria

https://www.wunderground.com/history/airport/LDPL/2017/10/1/WeeklyHistory.html

Mesola

https://www.wunderground.com/history/airport/LIPU/2017/10/1/WeeklyHistory.html

Consistenti arrivi di un primo contingente di popolazioni orientali già negli ultimi giorni di Settembre e primi consistenti transiti /arrivi già 1-2 Ottobre .
Se si ritengono valide le risultanze statistiche di Hobson ( ricerche con radioisotopi su Francia,Spagna e parzialmente Italia ) i primi contingenti ad arrivare sarebbero quelli con origini più lontane . Possiamo collegare gli arrivi locali con le condizioni meteo più lontane ( Russia,Ucraina ) dove la PA è stata elevatissima per più giorni nell’ultima settimana di Settembre .
Nella nostra prima settimana di Ottobre – dopo una fase di consistenti arrivi transiti ( 1-2 ott.) a macchia di leopardo ( cartine MCL ) , e con segnalazioni importanti anche per Veneto , Lombardia, Liguria – si è verificato un rilevante evento meteo del quale emblematica la documentazione su Mesola ( vedi Link sopra ) . A tutto 5-6 Ottobre la Mesola si era riempita ( decine e decine di migliaia) , così come l’area del Ravennate ed aree entroterra costiero di Romagna e Marche ( situazioni locali).
“ Se si guarda il grafico Press.Atm. specifico su Mesola:
sino a Giovedì PA alta favorente gli arrivi , poi caduta il Venerdi ed impennata la notte di Sabato . Poi Luna, chiarore, venti e freddo….. e tutti via . Il loro barometro biologico ha funzionato alla perfezione .Il grafico nelle varie componenti è emblematico .  Viene da domandarsi se dopo l’involo notturno ed il transito appenninico hanno proseguito direttamente oltre il Tirreno .”
Questa annotazione scritta subito a seguire la tempestiva comunicazione preziosa di Denis Bianchi , può essere considerata un po’ emblematica delle caratteristiche evolutive di tutta questa prima fase migratoria .

Altri elementi da considerare sono i consistenti transiti di oggi Domenica 8 Ott. sulla costa Livornese e quelli segnalati ieri in Liguria con direzione diretta classica verso Francia – Baleari .Tutti elementi che ben si inseriscono in una evoluzione di passo pieno pur precoce ed anche con branchi molto grandi , in genere inusuali all’inizio del passo , il che è ancor più significativo di movimento migratorio di una vasta popolazione territoriale ad Est , con tendenza a soste brevi e proseguimento immediato della migrazione . Varie considerazioni ambientali e climatologiche potrebbero essere sviluppate in tal senso , come la previsione climatologica a lungo termine ( Meteociel.fr) che per il periodo 18 ed oltre 24 Ottobre indica una eccezionale discesa di aria artica su Russia e dintorni fin quasi da noi. I pettirossi sono arrivati nei ns.giardini , i frosoni passano numerosi e decisi come oggi.

Abbiamo già riportato in Forum elementi riportati su “ Europa”


Aggiornamento Europa

Il 4 Ottobre sulle rotte migratorie Centro Europee ( Bielorussia- Polonia-Germania – Francia ) sulle fasce di Latitudine intorno 47,20-30 N , si è verificato il primo importante involo e transito di massa registrato a Cret des Roches (Fr) ai confini con la Germania con una conta di 145.000 Colombacci il 4 Ottobre.
Nelle aree di probabile involo ad Est ( 300-200 km) nelle 16 ore precedenti il transito si è verificato uno sbalzo di Pressione Atmosferica di oltre 15 hPa e l’instaurarsi di un chiaro corridoio isobarico che attraversava ieri tutto il Centro Europa  con valori vicino a 1030 hPa , dopo che nelle aree di origine più lontane ( Bielorussia) nella settimana precedente vi era stata un’estesa area di imponente Alta Pressione  ( 1040 hPa) che potrebbe aver indotto il primo massiccio movimento dalle aree di nidificazione.

A Falsterbo Svezia , il 5 Ott. è lì transitato mezzo milione di Fringuelli /peppole ed il6 Ottobre il primo consistente transito di 30.000 Colombacci .

Questi eventi Europei sono significativi di una Migrazione pienamente avviata sulle rotte Europee .

PREVISIONE

I parametri meteo attuali prevedono un graduale innalzamento della PA sino a valori oltre 1025 hPa nel prossimo fine settimana , un po’ su tutte le aree di origine a media breve distanza dall’Italia e nell’area costiera Adriatica Balcanica ed Italiana .
Ci si dovrebbe aspettare una certa continuit di questa fase migratoria , con le dovute imprevedibili variazioni di passo locale legate alle condizioni meteo-orografiche ed in particolare variabilità dei venti .
Non si evidenziano al momento previsioni che si riflettano in Picchi o “furor” migratori . L’evoluzione giornaliera delle previsioni meteo potrà dare eventuali indicazioni in tal senso nel corso della settimana .

Conclusione

La consistenza della migrazione in atto sembrerebbe confermare le stime di buona “salute”della specie Colombaccio ( Columba palumbus )
Enrico Cavina
ecavinaster@gmail.com

Paolo Gostoli

  • Newbie
  • *
  • Post: 1
    • Mostra profilo
Risposta #4 il: 03/10/2017 - 15:37
Buona sera a tutti, mi sono appena iscritto ed ho subito apprezzato l'iniziativa MCL, la collaborazione fattiva fra tutti noi Cacciatori, quelli veri e degni di questo nome, è sempre auspicabile e porta ad ottimi risultati. Detto questo acrei bisogno di una vostra indicazione , dove posso scaricare l'app o istallare il programma?
Vi ringrazio anticipatamente  per la vostra gentile risposta ed ancora complimenti per la bella iniziativa.

Enrico Cavina

  • Sr. Member
  • ****
  • Fabriano ( Ancona )
  • Post: 371
    • Mostra profilo
Risposta #3 il: 03/10/2017 - 14:38
Aggiornamento

Credo sia opportuno un breve aggiornamento di Analisi , dopo i primissimi giorni di MCL , che ricordo è sempre un modello sperimentale con molti limiti di approssimazione .
Ci sono ormai più di cento registrati Segnalatori , ma la primissima partecipazione effettiva per immettere i propri dati è stata molto scarsa ( mi rendo conto che molti non hanno ancora iniziato ) . Ma il "passo" precoce è già sorprendentemente iniziato e confermato anche oggi giorno di silenzio venatorio ( conferma personale da Campodiegoli Fabriano ) .

Nei quasi 3 giorni primi di Ottobre , MCL ha registrato quasi 6.000 colombacci in circa 200 avvistamenti variamente distribuiti nel Centro , con particolare significatività dei rilievi registrati nella fascia interna costiera della Bassa Romagna - Alte Marche e conferme di transito precoce decisamente migratorio , con qualche difficoltà a svalicamento Appenninico nella giornata del 2 Ottobre ( nuvole basse ai valichi ) analogamente area Emiliano Romsgnola . Registrata tendenza a stop-over a valle di entratura dall'Adriatico . La Mesola sta ricevendo ( Denis Bianchi) . Condizioni meteo ( a parte condizioni molto locali orografiche ) favorevoli.

Problemi di MCL nel suo funzionamento informatico : alcuni hanno segnalato qualche problema e ciò può essere legato ad un po' di inesperienza , tipologia dei cellulari e Tablet , livello di efficienza del segnale nelle varie località ecc. Il nostro Tecnico Informatico si sta adoperando per risolvere . Invitiamo tutti ad avere pazienza e collaborare , ricordandosi sempre che se ci sono difficoltà sul campo , i propri risultati di avvistamento registrati su scheda in cartaceo o notes possono essere immessi la sera via PC

A fine settimana procederemo all'Analisi più completa

In bocca al lupo

PS : in campana domani e domani l'altro .

Enrico
Enrico Cavina
ecavinaster@gmail.com

Polvere

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 52
    • Mostra profilo
Risposta #2 il: 03/10/2017 - 11:55
Mi associo al nostro Enrico e mi auguro che gli appassionati Segnalatori siano molti perchè piu sono i dati e piu ci avviciniamo alla realta.
Un elogio ad Enrico per la geniale idea
Franco

Enrico Cavina

  • Sr. Member
  • ****
  • Fabriano ( Ancona )
  • Post: 371
    • Mostra profilo
Risposta #1 il: 29/09/2017 - 18:20
Mi associo a Vasco nel ringraziare quanti si sono già registrati ed hanno contribuito al periodo di prova MCL .
Il nostro Sviluppatore Marco Panichi ha svolto un lavoro "nuovo" on pazienza e professionalità. Un grande grazie .

Da domani si comincia sul serio .
Desidero raccomandare a tutti i Segnalatori di attenersi all'etica di inviare dati VERI , pur nei termini di approssimazione del sistema .
Ricordo a tutti il Copyright e relativi doveri atici..

Speriamo tutti che MCL possa offrire una nuova modaltà di vivere la Caccia , essendo informati in tempo reale di come si svolge il "passo" in Italia .

Le analisi e sintesi e conclusioni scientifiche complete potranno venire a stagione ultimata .
Ce la metteremo tutta per ottenere un risultato serio e credibile , tale che la Ornitologia ufficiale forse se lo sogna .

Invito ancora al "passa parola" per incitare ad iscriversi sempre nuovi Segnalatori anche in corso d'opera.

In bocca al lupo .

Enrico
ecavinaster@gmail.com
Enrico Cavina
ecavinaster@gmail.com