FORUM Club Italiano del Colombaccio

Blues 76

  • Full Member
  • ***
  • Marche
  • Post: 144
    • Mostra profilo
Risposta #63 il: 24/10/2014 - 14:02
ciao a tutti, secondo me tra sabato e lunedi si rivedranno e vi dico di più si vedranno numerose. io quest'anno ho fatto un carniere misero, di fatti ne ho viste tantissime ma hanno degnato pochissimo il gioco. colpa secondome, dei venti molto forti.

Hunter77

  • Visitatore
Risposta #62 il: 24/10/2014 - 11:37
Speriamo in giornate di passo questo fine settimana e lunedi (visto il migliorare del tempo) altrimenti credo che quest'anno siamo alla frutta, anzi al caffè!!!!! Togliendo quelli che si muoveranno dalle riserve pronti per ripartire che a mio avviso sono incuranti dei piccioni.

giamp50

  • Hero Member
  • *****
  • entroterra Conero -media bassa Valmusone
  • Post: 1349
    • Mostra profilo
Risposta #61 il: 24/10/2014 - 11:29
Copio/incollo, nel caso possa essere utile, quanto da me scritto in altro forum il 18/10/2014 ore 22,00, relativo ad entroterra Conero:

"Discreto passo di tordi, meno fringuelli.
Mattinata nuvolosa con vento assente o leggera bava di libeccio, temperatura alta.
Pomeriggio quasi sereno e leggerissimo nord-nord/est, leggero calo temperatura.
Spollo colombacci assente.
Stranamente dalle ore 09,00 alle 10,30 circa numerosi branchi di media e grossa consistenza con rotta est-ovest netta, cioè dall'Adriatico agli Appennini.
Assenza di passo su quegli affili che prendono direttamente dall'Adriatico, a nord del Conero, e che nei giorni scorsi avevano fatto ottimi carnieri.
Ergo penso: entrate dal mare ferme, partenze dal parco del Conero di quei contingenti che vi erano atterrati in attesa che il libeccio smorzasse per poi proseguire verso l'interno.
Altra cosa sarà la partenza di tutto il contingente del Conero verso fine mese, così come avvenuto negli ultimi anni.
Strano l'orario, perchè in genere dal Conero partono la mattina dalle 07,30 alle 09,00 circa, ma due anni fà partirono addirittura di notte contestualmente a quelli di Mesola, però da tenere presente che questi branchi hanno meno fretta, anche se rimangono difficili da adescare.
Ed avendo meno fretta, almeno suppongo, non è detto che vogliano subito valicare la catena appenninica, potrebbero pure bighellonarci per un pò.
Certo è che la situazione meteorologica prevista per martedì sera/mercoledì cambierà tutto lo scacchiere di battaglia, e quindi credo che sia possibile che domani e lunedì se ne potrebbero vedere delle belle.
Ma poi perchè mi sbilancio che poi le sbaglio tutte?
Saluti a tutti."

Enrico Cavina

  • Sr. Member
  • ****
  • Fabriano ( Ancona )
  • Post: 371
    • Mostra profilo
Risposta #60 il: 24/10/2014 - 06:30
Grazie tantissimo Levante . Sono proprio queste segnalazioni che cerco per  archiviare poi in documentazioni precise .
L'involo di Lunedì 20 , loc.Pieve di Cagna URBINO : la Pr.Atmosferica già alta nei giorni precedenti (1015 hPa il Venerdì ) si è gradualmente alzata ( sbalzo lento di 11 hPa  ) sino a Domenica 19 ( mezzogiorno 1026 hPa)rimanendo +/- tale sino al momento di spollo Lunedì 20  ; poi è precipitata a 1006 hPa nelle 36 h. successive .
Si potrebbe dire che il contingente in stop-over già in migrazione ha colto il momento della STABILITA' ATMOSFERICA ( condizioni favorevoli al volo migratorio) per ripartire in massa prima dell'arrivo delle "turbolenze" atmosferiche (condizioni sfavorevoli al volo migratorio ) .

Grazie , proprio grazie !
Enrico Cavina
ecavinaster@gmail.com

levante

  • Amministratore
  • Sr. Member
  • *
  • rimini
  • Post: 270
    • Mostra profilo
Risposta #59 il: 23/10/2014 - 22:14
Mi racconta un amico con appostamento località Pieve di Cagna-Urbino, che lunedì 20  un  alcune migliaia di colombi, sicuramente stazionanti nell'oasi antistante alla sua caccia, località Pallino, sono partiti in massa  allo spollo. Segnalo questo a Enrico per una sua valutazione sui valori pressori di quel giorno...ripeto lun 20/10 Urbino.

Un saluto Levante

Zampetti Massimo

  • Visitatore
Risposta #58 il: 23/10/2014 - 22:10
Buonasera Enrico, oggi zona monte Cucco versante Fabriano confermo il nulla assoluto

Enrico Cavina

  • Sr. Member
  • ****
  • Fabriano ( Ancona )
  • Post: 371
    • Mostra profilo
Risposta #57 il: 23/10/2014 - 18:26
ECCO !!
PICCO MIGRATORIO A FALSTERBO ( Svezia ) del 23 Ottobre 2014 con transito di

114.400 Colombacci ( Columba palumbus )

Vedi a http://svalan.artdata.slu.se/birds/inventeringar/falsterbo_str.asp?lang=eng

24 ore prima , lo SBALZO di Pressione Atmosferica , nell’area di origine dell’involo , è stato da 996 hPa sino a 1019 hPa

Vedi a : http://www.wunderground.com/history/airport/ESGP/2014/10/22/DailyHistory.html?
Enrico Cavina
ecavinaster@gmail.com

Enrico Cavina

  • Sr. Member
  • ****
  • Fabriano ( Ancona )
  • Post: 371
    • Mostra profilo
Risposta #56 il: 23/10/2014 - 15:31
ULTIMISSIMA

OSSERVAZIONE straordinaria (Fettone) , poi confermata da altri ( no park Ranger)  ., dell’INVOLO di MASSA di  OGGI Giovedì 23 Ottobre 2014 

Da Fettone – Castiglioncello- Li : “dalle ore 8,00 uno spettacolo indescrivibile di branchi uno appresso all'altro una ventina, ma grossi enormi Nord Sud altezza siderale a 500 metri dal mare e verso Poggio Pelato. Uno mi ha spaventato e l'amico di Chioma confermerà. Sopra le Forbici la prima parte foltissima, il branco guardavo dove finisse e non finiva mai, lo sguardo allungava verso Nord, Non vorrei sbagliare, ma se sbaglio, sbaglio di poco.....proseguiva, proseguiva fino verso Chioma e Chioma è a 2,5 Km. Prima di vederlo finire sopra la testa son passati minuti. Il tutto in una mezz'oretta o poco più. “
Da “no park Ranger” : “Livorno zona chioma
Mezzora di spettacolo, in cielo branchi dappertutto devo dire che trovare uno spazio dove non ci fossero colombi in volo non era facile.”

NESSUNO HA FATTO FOTO ?

Come da precedenti Post ecc. , il mio tentativo di produrre una documentazione propriamente scientifica viene avvalorato da queste testimonianze preziose che derivano non dai Ricercatori Animalisti Protezionisti ma DAI CACCIATORI .

Il problema è quello di documentare ( “evidence based “ branchi firmati dal Colombaccio albino ! )  )  "il dito che preme il pulsante della Migrazione di massa " ( come questa mattina e come già Domenica 19 us): IERI ( appunto 24 h prima dell'involo)la Pressione Atmosferica nell'area Pisa ( S.Rossore)-Livorno è sbalzata da 999 hPa a 1013 hPa
a confermare che è proprio lo SBALZO della P.A ad essere identificabile con "il dito che preme il pulsante "

Analogamente ciò è avvenuto a :

FALSTERBO (Svezia) 11-12 Ott.2013 ( transito oltre 500.000 Colombacci xon sbalzo PA il giorno prima da 999 hPa a 1023 hPa

PIRENEI (Francia) il 26 - 27 Ott. 1999 con sbalzo da 992 a 1009 hPa

Mesola ( Ferrara) il 26-27 Ott.2013 sbalzo più modesto da 1016 a 1023 hPa ( valore di base 1016 hPa già alto )

Ogni ulteriore dettaglio , testimonianza , documentazione mi saranno preziosi per la RICERCA ( in corso ) che dovrà essere timbrata " Club Italiano del Colombaccio " per esclusivo contributo dei CACCIATORI

Grazie  a TUTTI .

Enrico
ecavinaster@gmail.com
ecavina@hotmail.com

Post Scriptum : I contributi , le segnalazioni di TUTTI saranno utilissime per il lavoro in corso . Ciò vale anche per fenomeni analoghi osservati negli anni passati ( possibilmente datati e con indicazione della località) . Grazie
Enrico Cavina
ecavinaster@gmail.com

meo

  • Newbie
  • *
  • Post: 19
    • Mostra profilo
Risposta #55 il: 23/10/2014 - 10:48
grazie prof.Enrico Cavina.
Veramente grazie per il suo interessante lavoro ed impegno che stà dando al forum sulle condizioni meteo più o meno favorevoli alla migrazione!!
Io essendo umbro seguo con molta attenzione le sue valutazioni, anche io nel mio piccolo cerco di capire quali sono le condizioni meteo al di là del mare, e spesso hanno combaciato con le sue.
La attendo/attendiamo ancora con grande attenzione e stima. RINO

Enrico Cavina

  • Sr. Member
  • ****
  • Fabriano ( Ancona )
  • Post: 371
    • Mostra profilo
Risposta #54 il: 23/10/2014 - 10:12
Oggi GIOVEDI' 23 Ottobre - Valichi marchigiani Campodiegoli . Fossato . MonteMaggio . Sassofiletto . M.Cucco ( area W Fabriano ) . Passo completamente fermo ( ore 10 ) per tutto Tordi e Frosoni compresi . Cielo coperto stratificato , instabilità atmosferica elettromagnetica ( fulmini a distanza anche senza temporali ), Venti inizialmente da W e NW poi N - NE moderati .
Enrico Cavina
ecavinaster@gmail.com

Enrico Cavina

  • Sr. Member
  • ****
  • Fabriano ( Ancona )
  • Post: 371
    • Mostra profilo
Risposta #53 il: 22/10/2014 - 13:35
Breve AGGIORNAMENTO dalla Grecia

Ho notizie dirette – assolutamente attendibili – dall’area del Nord della Grecia  EVROS , immenso bacino ai confini tra Grecia,Bulgaria,Turchia continentale . L’area è caratterizzata da immensi boschi e foreste  ad alta biodiversità ( Conifere , quercie,faggi , noccioli ecc. ) che si estendono per 80  km tra Grecia e Bulgaria ( Rodopi) , a valle il Delta dell’Evros ed al di là del confine turco grandi coltivazioni di pianura e risaie : E’ area di transito e di svernamento sulla principale direttrice dalla costa del Mar Nero ( da Russia e Ucraina più da Est  e da Romania Bulgaria più da Nord ) . NB conosco l’area personalmente da anni .

Ancora questa mattina 22 Ottobre , molto scarso il transito ed arrivo di Colombacci  ( anche di Beccacce ) .

Confrontando questo dato  con i già forti flussi ( più da N-NE)  avvenuti sulla ns.Penisola , si potrebbe pensare che molti contingenti di derivazione Russa ( prima e dopo gli Urali ) – quelli a nidificazione in latitudini più vicine al Mar Nero -  non si siano ancora mossi . Difficile interpretare . Come sempre solo ipotesi ed ……aspettative .

Ovviamente questo dato Greco ha  valore indicativo generale (…. forse molte popolazioni lontane non sono ancora partite o sono in sosta ) e non specifico per i flussi classici che attraversano l’Italia Nord-Centro . Dall’area Greca suddetta può esserci flusso solo sul Sud Italia ( Est-Ovest) .
Enrico Cavina
ecavinaster@gmail.com

Enrico Cavina

  • Sr. Member
  • ****
  • Fabriano ( Ancona )
  • Post: 371
    • Mostra profilo
Risposta #52 il: 21/10/2014 - 19:51
AGGIORNAMENTO di MARTEDI’  21 Ottobre 2014


Situazione

Nella nota del 17/10 ( 5 gg fa’) avevamo scritto :
“QUESTO L’ANDAMENTOdi previsione  DELLA P.A. sui territori di origine
con DUE sbalzi : uno tra SABATO-DOMENICA ed un altro tra GIOVEDI’ VENERDI’”

Dalle notizie riportate sul box “Andamento del passo” sembra di poter rilevare i seguenti elementi di sintesi :
-   sul versante ADRIATICO ( Romagna,Marche,Abruzzo) dopo il furor 8-9 Ottobre ( Alte Pressioni persistenti senza sbalzi , Luna piena il 9 ) il PASSO ( e quindi la Migrazione ) è continuato in maniera altalenante ma condizionato certamente da NEBBIE costiere e di valli , ed ora  da uno-due giorni con venti opponenti un po’ più accentuati . Da Domenica e LUNEDI’  us sui crinali Appenninici tra Marche e Umbria la nuvolaglia con venti opposti di caduta ha condizionato il trapasso migratorio , occludendo il fronte . Lunedì ( Fabriano- Campodiegoli-Monte Cucco) diversi branchi in entratura sulla direttrice costa-Appennini , tornavano indietro. . L’area costiera basso-marchigiana e abbruzzese libera da nebbie ha consentito entrature migliori come da nota di Roberto Trognoni “ sabato,domenica passo straordinario…..” .In definitiva la PREVISIONE , basata essenzialmente sull’andamento della Pr.Atm. è stata corretta .
-   sul versante TIRRENICO fanno testo le segnalazioni di Enrik ( lo ringrazio per la collaborazione ) e di Fittone ed altri che hanno osservato direttamente il fenomeno di DECOLLO e di Migrazione IN QUOTA di migliaia e migliaia di Colombacci a partire dalle 7,45 di DOMENICA 19 ( S.Rossore Pisa,ed area costiera ) quindi con certo PICCO MIGRATORIO di MASSA  a direzione SUD – SUD OVEST , con calma di venti tenuamente da N-NE . Le pinete ed i boschi costieri e para-costieri erano andate riempiendosi già da Venerdì , e ciò evidentemente per l’arrivo dei flussi transappenninici , ma di certo anche quelli da Nord da Piemonte e Liguria ed anche da Alpi Marittime ( la prima grossa segnalazione dalla Staz.Ornit.Cap Martin Alpi Marittime Francesi dava oltre 6000 transiti il Giov.16 ) . L’analisi retroattiva del fenomeno ( simile a quello del bosco della Mesola (Fe) fine ottobre 2013 con Luna Piena ) evidenzia che nell’area tutta, la Pr.Atm ha cominciato a crescere dalle ore 2 del 16 Gio. da valori già alti ( 1009 hPa) per accentuarsi il 17-18 Ott. quando nella notte era già a 1026 hPa quindi con uno sbalzo “lento” di 17 hPa . E’ quindi verosimile che sia stato proprio questo c.d. “fattore abiotico” ad identificarsi con il “dito che ha premuto il pulsante “ per la migrazione di massa .
-   Situazione all’ESTERO : SVEZIA ( Falsterbo) a tutt’oggi sono transitati 240.000 colombacci ( meno della metà del corrispondente periodo 2013 – 625.000- su un potenziale Scandinavo di nidificanti di oltre 2 milioni) ed a partire da Ven.Sab. c’è incremento dei transiti ( oggi Mart.21 – 24.200) in parallelo con sbalzo Pr.Atm. di 13 hPa
OLANDA : costa baltica- 354.000 transiti nella seconda ed inizio terza decade ott.
ESTONIA : Osservatorio Vistola  36.000 transiti negli ultimi tre gg. anche qui con sbalzo Pr.Atm di 14 hPa  - in precedenza dal 13 al 18 ott. 105:048 Transiti .
BELGIO : conteggi molto più ridotti ( caratteristiche degli Osservatori ) ma con andamenti analoghi
PIRENEI ( qui i transiti sono notoriamente più ritardati ) dopo l’innalzamento della Pr.Atm. di 13-14 hPa nelle aree centro Francia il  massimo dei transiti è stato  Dom.19 ( 76.000) con un totale di circa 150.000

Per l’accesso a questi dati i più curiosi possono esplorare il sito TREKTELLEN -http://www.trektellen.nl/?taal=2  //  http://www.trektellen.nl/kaart.asp?site=0&taal=2&land=3  // ed in particolare lavorare con ricerca interna su http://www.trektellen.nl/grafiek.asp?site=0&taal=2&land=3

PREVISIONE


Le attuali PREVISIONI METEO estraibili da http://wxmaps.org/pix/euro.fcst.html

evidenziano una condizione perturbata e precipitazioni ( Me.Gio.Ve.)  sull’area Balcanica ed Europea Centro-Orientle ( territori di origine del flussi ) , ma libera da precipitazioni sull’Italia Nord –Centro Occidentale ( + Francia ) . I contingenti già mossi potrebbero ulteriormente proseguire il Passo già da Giov. 23 specie sulla direttrice costiera tirrenica .
QUELLO CHE PIU’ si evidenzia dalle PREVISIONI meteo è un FORTE SBALZO della PRESSIONE ATMOSFERICA sulla RUSSIA ed a progredire sull’area Centro Europea Orientale e Balcani a partire da SABATO http://wxmaps.org/pix/euro2.96hr.png
e DOMENICA p.v. (26 Ott) http://wxmaps.org/pix/euro2.120hr.png
quì con valori centrali e di isobare oltre 1030-1040 ( !!!) hPa

Durante e dopo questi SBALZI è possibile prevedere altri movimenti migratori di massa ( Migratori geneticamente “ a lunga distanza “ ) dei contingenti che non si sono ancora mossi ( ….se ci sono ?? ) o che hanno sostato ( NB  tutte le coltivazioni di Mais , Tabacchi , Girasoli nelle aree di provenienza , questo anno sono rimaste senza mietitura sino a pochi giorni fa’ ) . Questi contingenti potrebbero nuovamente interessare le aree nord-orientali ed Adriatiche  ( fatte salve le condizioni di Nebbie ) .

In bocca al lupo . Enrico
Enrico Cavina
ecavinaster@gmail.com

Carlos

  • Full Member
  • ***
  • Moscosi-Cingoli
  • Post: 177
    • Mostra profilo
Risposta #51 il: 21/10/2014 - 15:10
Lunedì 20 bun movimento di branchi di 20-50 unità dalle 7,30 fino alle 9,30.
Tutti alti e molto veloci.
Nel pomeriggio, dopo le 14,  alcuni branchi a intervalli piuttosto lunghi hanno mostrato facilità a curare. Arrivavano di traverso sulla direttrice Iesi-San Severino, costeggiando la montagna.
Erano stanchi e molti  si posavano volentieri.

levante

  • Amministratore
  • Sr. Member
  • *
  • rimini
  • Post: 270
    • Mostra profilo
Risposta #50 il: 20/10/2014 - 19:32
Guarda Cecco77 che scrivere o non scrivere dipende esclusivamente da ciascuno di noi in totale libertà senza obblighi o altro.

Queste discussioni, aperte per ogni regione,non hanno neppure la pretesa di creare un monitoraggio a scopo scientifico delle migrazioni (c'è per questo un progetto in atto, Progetto colombaccio Italia,  che coinvolge molti appostamenti e chi vuole, può partecipare).

In ogni caso tutti gli interventi sono preziosi e interessanti per vivere in diretta la situazione del passo sui vari territori regionali ma nessuno, ripeto, è obbligato a scrivere e dico: ben vengano altre forme di contatti fra gli appassionati come tu proponi,  la tecnologia va usata... ma sai cosa penso.... che su tutto ci sia un po' di cottura generale  e quando torni a casa dopo 12 ore e più che sei in giro, stanco, talvolta sfinito,  non sempre hai voglia e tempo di scrivere.

Un caro saluto...e in bocca al lupo a te e a tutti i Marchigiani....Levante

Cecco77

  • Newbie
  • *
  • Marche
  • Post: 32
    • Mostra profilo
Risposta #49 il: 20/10/2014 - 16:28
E questo sarebbe un forum attraverso il quale monitorare l'andamento della migrazione?
L'ultimo aggiornamento risale a ben 3gg fa!!!
Credo sia molto meglio, almeno per noi marchigiani, scambiarsi i numeri di telefono e creare un
gruppo su WhatsApp in modo da avere aggiornamenti costanti ho tempo reale.
Solo in questo modo molti di coloro che non stanno scrivendo inizieranno di nuovo a farlo liberamente!