FORUM Club Italiano del Colombaccio

Filippo Trocchi

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 83
    • Mostra profilo
Risposta #27 il: 19/05/2014 - 22:23
Buonasera Amici,INFORMIAMO i Cacciatori che 5 STELLE E' PER L'ABOLIZIONE DELLA CACCIA e' IMPORTANTE oggi 3 Cacciatori mi hanno ringraziato dell'informazione dicendomi che non sapendo niente avrebbero dato il voto a GRILLO !!saluti

colombaiosenese

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 465
    • Mostra profilo
Risposta #26 il: 19/05/2014 - 19:23
Richiami vivi: Tar respinge ricorso a Savona

   

 Il Tar della Liguria ha respinto il ricorso delle associazioni ambientaliste sul nuovo Regolamento Provinciale su uso e detenzione dei richiami vivi della Provincia di Savona. A dare la notizia è il capogruppo regionale della Lega Nord Francesco Bruzzone. 

"Ancora una volta - sottolinea - , il TAR ha rigettato le richieste degli ambientalisti. Il nuovo Regolamento per la detenzione ed uso dei richiami vivi per l’esercizio venatorio da appostamento nella provincia di Savona, fortemente voluto da me e dall'allora Assessore alla Caccia della Provincia di Savona Paolo Ripamonti, entra pertanto in vigore a pieno titolo, rendendo migliore e più leggero l'utilizzo e la detenzione dei richiami vivi. Alla fine, la coerenza, che si traduce nel fare le cose bene, prevale sulle arroganti prese di posizione di certi finti ambientalisti. La caccia tradizionale alla migratoria con i richiami vivi, in provincia di Savona, fa un passo in avanti, migliora, e quindi assicura un futuro legittimamente più certo".
 
http://www.bighunter.it/Caccia/ArchivioNews/tabid/204/newsid730/15034/Default.aspx

Picchi52

  • Moderatore
  • Sr. Member
  • *
  • Post: 254
    • Mostra profilo
Risposta #25 il: 18/05/2014 - 15:36
Ok Ribaltina. Saluti da Picchi52

Ribaltina

  • Full Member
  • ***
  • Post: 229
    • Mostra profilo
Risposta #24 il: 18/05/2014 - 11:56
Picchi codesta affiliazione mi piace.
Mi potresti mandare la tua mail? ti devo fare una domanda.
colombaccio51g@libero.it
Quella è la mia. Grazie!

levante

  • Amministratore
  • Sr. Member
  • *
  • rimini
  • Post: 270
    • Mostra profilo
Risposta #23 il: 16/05/2014 - 00:16
Buonissima la proposta di affiliarci al CCT,  l'abbraccio in pieno.
Un saluto Levante

aldorin

  • Moderatore
  • Hero Member
  • *
  • Post: 585
    • Mostra profilo
Risposta #22 il: 15/05/2014 - 20:41
Meno male che ogni tanto si legge una buona notizia. Meno male!

E grazie Max.

colombaiosenese

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 465
    • Mostra profilo
Risposta #21 il: 15/05/2014 - 11:14
Grillini e Wwf a Udine sconfitti sulla caccia

 

 A Udine il consiglio comunale ha bocciato a larga maggioranza una mozione del Movimento 5 stelle che proponeva la proibizione delle attività di caccia nel Parco del Torre.  I grillini hanno fatto loro la battaglia di Wwf, che aveva già segnalato agli enti competenti l'incompatibilità dell'attività venatoria con la frequentazione assidua dei parchi da parte degli escursionisti.

Stando a ciò che riferisce la Lac, che si unisce al coro dei contrari, gli esponenti del Pd hanno motivato il proprio voto sottolineando la necessità di salvaguardare la caccia in quanto attività che rappresenta “un bene sociale, utile all’ambiente e all’economia”. Il delegato regionale Wwf, Roberto Pizzuti invece risponde ad un'altra obiezione, quella secondo cui il Comune non può intervenire perché la materia è regolata da leggi statali. "Non è vero - dice Pizzuti - solo per fare due esempi, il Comune di Venezia e quello di Sauris sono intervenuti in passato proprio con delle ordinanze sindacali per limitare l’utilizzo di armi in zone pubbliche”.

Pizzuti poi sferra un altro attacco ai cacciatori accusandoli di ostinarsi a cacciare specie in via di estinzione, come coturnici, galli forcelli e allodole "opponendosi a ogni richiesta volta ad una maggior tutela di questi animali". Peccato che i calendari venatori si attengono alle classificazioni IUCN sulla conservazione delle specie a livello globale e locale. I cacciatori, occorre ribadirlo, non possono "ostinarsi" a cacciare animali in pericolo d'estinzione, perchè su questi si attivano automaticamente programmi di tutela, come previsto dalle norme europee, che limitano carnieri e periodi cacciabili. Se così non fosse, Wwf è libero di presentare ricorso al Tar e di vincerlo.
 
 
http://www.bighunter.it/Caccia/ArchivioNews/tabid/204/newsid730/15009/Default.aspx

Filippo Trocchi

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 83
    • Mostra profilo
Risposta #20 il: 14/05/2014 - 21:22
MA e' possibile che TUTTE LE ASSOCIAZIONE VENATORIE DICO TUTTE!!!stiano zitte e non DENUNCINO questi DIFFAMATORI mangiapaneartradimento?CCT a che cosa servite?????VI VOLETE DARE UNA SVEGLIATA???

aldorin

  • Moderatore
  • Hero Member
  • *
  • Post: 585
    • Mostra profilo
Risposta #19 il: 14/05/2014 - 21:02
Bravo Badger!

Vasco

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1401
    • Mostra profilo
Risposta #18 il: 14/05/2014 - 14:28
Tutti i metodi di lavaggio del cervello usati dalla propaganda politica in campagna elettorale devono essere messi al bando. I metodi in questione sono pericolosi, non solo perché inducono a pensare cose di cui non abbiamo bisogno e che non desideriamo, ma anche perché persuadono gli ignoranti a scegliere rappresentanti politici di cui non avremmo bisogno e che non desidereremmo se fossimo nel pieno possesso delle nostre facoltà mentali.

BADGER

  • Visitatore
Risposta #17 il: 14/05/2014 - 11:28
io. invece odio gli imbecilli, naturalmente senza riferimenti a fatto, persone o cose di questo mondo!!!??

luca64

  • Jr. Member
  • **
  • Cupi Zone - Magliano in Toscana
  • Post: 83
    • Mostra profilo
Risposta #16 il: 14/05/2014 - 08:51
Sono d'accordo! a settembre si getteranno le basi per dare forza al nostro club, già da ora dobbiamo pensare a lavoare per una sola e unica grande associazione di cacciatori. Non c'è tempo da perdere.




Nel frattempo per rovinarvi un pò la giornata vi invito a leggere questa poesia scritta da Beppe Grillo, il titolo:  Odio la caccia,
Odio la caccia,
chi uccide un capriolo, un gallo cedrone, una beccaccia,
chi spara ai passeri o alle cinciallegre per divertimento,
per farsi la mano,
odio chi acceca gli uccelli da richiamo, chi dissemina trappole, esche, tagliole,
odio chi usa il fucile, ma dice di proteggere la natura,
odio i boschi, i prati trasformati in poligoni da tiro,
odio l'odore del cuoio, della polvere da sparo, delle cartucce rosse, gialle e arancione
grandi spesso come il bersaglio,
odio il massacro spaventoso (*)1 di animali che ogni anno avviene in Italia,
chi spara agli uccelli migratori, ai falchi, alle rondini, agli aironi,
odio il cacciatore buono che difende l'habitat naturale
e quello incosciente che ammazza l'amico o un parroco mentre dorme,
odio i ristoranti con gli animali impagliati come trofei,
scoiattoli, marmotte, civette e gufi che ti osservano con gli occhi di vetro,
odio chi spara vicino alle abitazioni, i pallini di piombo nel tuo giardino,
odio la legge fascista (*)2 che permette di entrare nei fondi privati,
i cacciatori che si aggirano a meno di 100 metri dalle case (*)3
con il fucile e il colpo in canna quando la legge lo proibisce,
odio chi mi toglie il piacere della vista di un cervo, di una ghiandaia,
di animali che i miei figli vedranno solo allo zoo o nei parchetti,
odio non poter andare a funghi senza la paura di essere scambiato per un cinghiale
e ascoltare il rumore cupo e cadenzato delle doppiette invece che il canto degli uccelli,
odio la scomparsa dal cielo degli arabeschi formati dagli stormi,
odio l'esproprio della natura fatto per il piacere di pochi (*)4,
il non poter vedere su un tetto i nidi delle cicogne che non migrano più per l'Italia
per sopravvivere ai cacciatori,
odio i riti della caccia, i coltellacci per squartare gli animali, il cameratismo tra uomini veri,
odio chi uccide per piacere, chi definisce sport l'annientamento di una creatura,
una di quelle con cui parlava San Francesco,
odio chi caccia perché "si uccidono anche gli animali d'allevamento"
odio chi libera i fagiani allevati in cortile per poi fulminarli dopo pochi metri,
odio chi usa la caccia e i cacciatori per fini politici,
odio chi non rispetta gli animali e dice di rispettare l'uomo.

 (*)1. La stima è di 150 milioni di animali uccisi ogni anno
(*)2. Art. 842 Caccia e pesca - Il proprietario di un fondo non può impedire che vi si entri per l'esercizio della caccia, a meno che il fondo sia chiuso nei modi stabiliti dalla legge sulla caccia o vi siano colture in atto suscettibili di danno.
(*)3. La caccia è vietata per una distanza di 100 metri da case, fabbriche, edifici adibiti a posto di lavoro. E' vietato sparare in direzione degli stessi da distanza inferiore di 150 metri.
(*)4. 1.2% della popolazione italiana (dati 2007).

 Ps: aderisci ai Comitati contro la caccia

chi uccide un capriolo, un gallo cedrone, una beccaccia,
chi spara ai passeri o alle cinciallegre per divertimento,
per farsi la mano,
odio chi acceca gli uccelli da richiamo, chi dissemina trappole, esche, tagliole,
odio chi usa il fucile, ma dice di proteggere la natura,
odio i boschi, i prati trasformati in poligoni da tiro,
odio l'odore del cuoio, della polvere da sparo, delle cartucce rosse, gialle e arancione
grandi spesso come il bersaglio,
odio il massacro spaventoso (*)1 di animali che ogni anno avviene in Italia,
chi spara agli uccelli migratori, ai falchi, alle rondini, agli aironi,
odio il cacciatore buono che difende l'habitat naturale
e quello incosciente che ammazza l'amico o un parroco mentre dorme,
odio i ristoranti con gli animali impagliati come trofei,
scoiattoli, marmotte, civette e gufi che ti osservano con gli occhi di vetro,
odio chi spara vicino alle abitazioni, i pallini di piombo nel tuo giardino,
odio la legge fascista (*)2 che permette di entrare nei fondi privati,
i cacciatori che si aggirano a meno di 100 metri dalle case (*)3
con il fucile e il colpo in canna quando la legge lo proibisce,
odio chi mi toglie il piacere della vista di un cervo, di una ghiandaia,
di animali che i miei figli vedranno solo allo zoo o nei parchetti,
odio non poter andare a funghi senza la paura di essere scambiato per un cinghiale
e ascoltare il rumore cupo e cadenzato delle doppiette invece che il canto degli uccelli,
odio la scomparsa dal cielo degli arabeschi formati dagli stormi,
odio l'esproprio della natura fatto per il piacere di pochi (*)4,
il non poter vedere su un tetto i nidi delle cicogne che non migrano più per l'Italia
per sopravvivere ai cacciatori,
odio i riti della caccia, i coltellacci per squartare gli animali, il cameratismo tra uomini veri,
odio chi uccide per piacere, chi definisce sport l'annientamento di una creatura,
una di quelle con cui parlava San Francesco,
odio chi caccia perché "si uccidono anche gli animali d'allevamento"
odio chi libera i fagiani allevati in cortile per poi fulminarli dopo pochi metri,
odio chi usa la caccia e i cacciatori per fini politici,
odio chi non rispetta gli animali e dice di rispettare l'uomo.

 (*)1. La stima è di 150 milioni di animali uccisi ogni anno
(*)2. Art. 842 Caccia e pesca - Il proprietario di un fondo non può impedire che vi si entri per l'esercizio della caccia, a meno che il fondo sia chiuso nei modi stabiliti dalla legge sulla caccia o vi siano colture in atto suscettibili di danno.
(*)3. La caccia è vietata per una distanza di 100 metri da case, fabbriche, edifici adibiti a posto di lavoro. E' vietato sparare in direzione degli stessi da distanza inferiore di 150 metri.
(*)4. 1.2% della popolazione italiana (dati 2007).
https://www.google.com/url?q=http://www.beppegrillo.it/2010/08/odio_la_caccia.html&sa=U&ei=FBFzU6_nEufgygP66YGIAQ&ved=0CBQQFjAH&client=internal-uds-cse&usg=AFQjCNFpForlcSpw0T9aLtDzSFFf3xpZxw



BADGER

  • Visitatore
Risposta #15 il: 14/05/2014 - 07:37
caro silvestro poiché, come tu sai é in corso la revisione dello statuto, se mai ci fosse un ostativa, che non esiste, avendolo io esaminato minuziosamente, la rimuoveremo, ciao

Picchi52

  • Moderatore
  • Sr. Member
  • *
  • Post: 254
    • Mostra profilo
Risposta #14 il: 13/05/2014 - 23:30
Cari amici, in merito alla domanda formulata da Aldorin, volevo dire che nella mia qualità di rappresentante dell'ANUUMigratoristi faccio parte della Confederazione Cacciatori Toscani, quale componente del Collegio dei Garanti, quindi sono dentro questo nuovo organismo e ne seguo le fasi evolutive. Orbene, lo Statuto della CCT oltre a prevedere l'adesione di altre Associazioni Venatorie, disciplina anche l'affiliazione di Associazioni, Enti, Istituti etc.  che ne condividono gli scopi e i principi della Confederazione senza alcun gravame economico come previsto, invece, per le Associazioni che aderiscono a pieno titolo.  Fin dalla sua inaugurazione avvenuta l'8 febbraio 2014, ho subito pensato che il nostro Club potesse davvero far parte della CCT come Federazione affiliata, in modo tale da avere più forza e rappresentatività finanche ad una maggiore riqualificazione del Club come sostiene Badger. In questa prospettiva, a margine della riunione straordinaria del Direttivo del Club tenutosi il 15 marzo 2014 ad Arezzo, ebbi modo di parlarne con moderato entusiasmo al nostro Presidente Francesco Paci per valutare insieme l'opportunità affinché il nostro Club entrasse a far parte della CCT. Devo dire che Francesco si mostrò un po perplesso in merito alla mia proposta, ma forse per il solo motivo che non aveva ancora piena conoscenza della neonata Confederazione Toscana tant'è che ebbi modo di fargli avere lo Statuto. Altre persone che hanno preso parte alla discussione, hanno subito liquidato la questione dicendo che il nostro Statuto non lo permette. Ho riletto attentamente la nostra Carta costitutiva e non mi sembra che vi siano insormontabili motivi ostativi affinché una Federazione di Cacciatori tradizionali come la nostra, non possa costituire emanazione della Confederazione anzidetta. Giova far presente che nel corso della Assemblea regionale della CCT tenutasi il 5 maggio decorso a Firenze, ho chiesto lumi alla Presidenza circa la possibilità di affiliazione del nostro Club ottenendo risposta positiva dal momento che l'iscrizione di una Associazione come la nostra, si colloca nella prospettiva volta ad ampliare il concetto di unitarietà del mondo venatorio. Per quanto mi riguarda lavorerò in questa direzione e non escludo che, dopo aver sentito il parere dei soci, il Club fiorentino che mi onoro di guidare possa inoltrare formale richiesta di affiliazione alla CCT. Un saluto a tutti.     

BADGER

  • Visitatore
Risposta #13 il: 13/05/2014 - 20:37
Ce lo siamo già detto in privato e adesso lo dico a tutti: la CCT rappresenta la via per il futuro, per i modi, per i programmi, per rinnovata volontà di contribuire, da parte di tutti, ad un obiettivo comune. Mi risulta che ci sia la disponibilità per l'affiliazione del Club alla CCT, quindi è giunto il momento di fare delle scelte di campo con buona pace di la pensa diversamente. Se vi sono dei contrasti, delle opinioni diverse, la questione deve essere messa ai voti e il voto di maggioranza determinerà le scelte. E sia chiaro che tutti si dovranno conformare a queste scelte, lo dico perchè non vi siano fraintendimenti è giunta l'ora o di attribuirci un valore o di smettere di pensare al club come un elemento importante nell'economia dei valori che interessano il mondo della caccia. Dice bene Rinaldo, a mio modesto parere Settembre dovrà essere un momento cruciale, di scelte. Dovremo decidere se fare un salto di qualità, oppure fare attenzione solo al menù del ristorante di turno. Mi dispiace di esser brusco, financo arrogante ma l'obiettivo è una riqualificazione del club e dei valori che porta con sè e con le chiacchiere non si va da nessuna parte, ed è solo se riusciremo ad inserirci, ad affiancarci a chi ha già fatto responsabilmente una scelta forte, che potremo ribadire la nostra identità e portare avanti la nostra idea  che è quella di una caccia libera, vera, responsabile ma anche pregna dei valori che tutti vogliamo preservare.  Un abbraccio