FORUM Club Italiano del Colombaccio

Vasco

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 811
    • Mostra profilo
Risposta #10 il: 06/12/2013 - 15:20
Ciao Massoc,devo ammettere che hai ragione, sto diventando, o meglio, sono diventato un po "molliccio", ma sono da sempre così nei confronti degli animali, oh non scambiarmi per un animalista eh, tiro il piombo mica i bacini Perugina..........anche il 2013 è andato come sai......
ma l'anno prossimo stai sicuro che non farò nessuno sconto......... il magnifico uccello bleu avrà sempre il conto aperto col vecchio....

Mi fa piacere sapere che rispetti e mantieni vivo il tuo piccione, noi cacciatori abbiamo il cuore tenero :'( ne ho un centinaio in voliera che non ci faccio nulla e non sono buoni a nulla, sai quanti "brodini".... ma che vuoi sono così, quel giorno che non entrerò più nelle mie voliere sarò certamente a guardarvi da lassù.......

Ho una gran voglia di venire su dalle tue parti, se avrò tempo prima che chiude....
Un abbraccio.
vasco

 

Massoc

  • Visitatore
Risposta #9 il: 06/12/2013 - 07:16
che strana cosa vasco!!! Non saprei che direr. A me invece un piccione, un giovane di quest'anno, da un giorno all'altro, senza motivo, è diventato cieco! Lo tengo comunque nella voliera, mi spiace eliminarlo, lui sa  dove trovare cibo ed acqua, a me non pesa e lo tengo. Dopotutto la legge non prevedere che ogni tot. Lavoratori bisogna assumereun invalido? Io ce l'ho. Mi sa che sto diventando come te, vasco, un pò "molliccio" di cuore (e ti assicuro che non è un'offesa)

Vasco

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 811
    • Mostra profilo
Risposta #8 il: 06/12/2013 - 01:52
Cari amici, chiedo il vostro aiuto per risolvere il problema che ha, purtroppo, un colombaccio. Ha perso la voce. un amico mi ha posto questa domanda, secondo voi cosa sarà capitato al nostro amato colombo? come si può curare? e non rispondetemi che è compito per l'otorino ::)!!!!

pelo52

  • Newbie
  • *
  • Post: 35
    • Mostra profilo
Risposta #7 il: 12/11/2013 - 17:51
 MALATTIE CARENZIALI E METABOLICHE
Dentro questo gruppo di affezioni ho inglobato a quelli che sono prodotte
per carenze, di vitamine, mierales o aminoacidi, e tumori.

VITAMINE E LE SUE CARENZE
È praticamente impossibile produrre un'ipervitaminosi od overdose di vitamine. Tutto l'eccesso ingerito, l'animale lo metabolizza e l'elimina. DEFINIZIONE: Le vitamine sono sostanze organico esistenti negli alimenti, incapaci di essere sintetizzate per l'organismo in quantità adeguate essendo utilizzate in piccola dose, per il normale funzionamento e mantenimento dell'organismo e della salute dello stesso. Di questa definizione sorge il fatto che devono essere periodicamente somministrate
per evitare confusioni
VITAMINE: , necessità per giorno e per colomba,
VITAMINA A: 200 UI VITAMINA D3: 45 UIVITAMINA E: 1 mg Vitaminizza C:0.7 mg Vitaminizza B1:0.1 mg VITAMINA B2: 0.12 mg VITAMINA B6: 0.12 mg NICOTINAMIDAVitamina B12 0.24 mg BIOTINA:0.002 mg AC. PANTOTECNICO:0.36 mg AC. FOLICO: 0.014 mg
VITAMINA A: Azione: Indispensabile nella formazione dei capillari sanguinei. Fa parte dei
pigmenti della retina (occhio). Agisce nella formazione da tutti i rivestimenti epiteliali. Si usa
coadiuvante in malattie infettive ed antiparassitarie. Se l'usa come compendia anti-stress ed accompagnando le vaccinazioni.
CARENZA: A volte conduce alla distruzione dell'occhio, si assomiglia ad una criza. Essudato viscoso nelle fosse nasali. Si considerano patognomónicas i noduli o pustole bianche del volume di una testa di spillo che si vedono in post-bocca, faringe, origine dell'esofago e sciacquo.
VITAMINA  D: L'organismo animale la sintetizza a partire dai raggi ultarvioletas, di lì il
importanza del sole nelle colombaie. AZIONE: La sua azione fondamentale è promuovere l'assorbimento e fissaggio del calcio e fosforo nello scheletro. CARENZA: Deformazione dello sterno.Ossa fragili. Uova con gusci magra e soffice. Becco ed unghie soffici fragili. Ritardo della crescita. Problemi in quell'impiumi. Una carenza prolungata conduce al "rachitismo
VITAMINA E: AZIONE: Agisce nel mantenimento dalla funzione riproduttrice degli uccelli.Aumenta il fertilità delle uova. CARENZA: Può produrre: Encefalomacia: confusioni motori e flessione ventrale della testa. Distrofia muscolare, strie bianca durante le fibre muscolari dei muscoli pettorali.
VITAMINA K: AZIONE: Interviene nel processo normale della coagulazione del sangue. Se l'usa
come coadiuvante nei trattamenti di malattie che producono anemie (coccidiosis) etc., CARENZE:Provoca emorragie----> Anemia                                                                                  VITAMINA C: È praticamente l'unica vitamina che l'organismo degli uccelli può sintetizzare
in quantità sufuicientes. AZIONE: La sua principale azione è formare e mantenere la materia intercelular. Agisce anche nel ricambio del calcio e del fosforo. Se l'usa come antistress e come coadiuvante in malattie infettive e parassitari
VITAMINA B1 O TIAMINA: AZIONE: È la vitamina antineurítica (antinerviosa) È anche necessaria nel metabolismo degli idrati di carbonio. CARENZA: Può produrre: - Sintomo nervosi come essere opistótonos, paralisi delle zampe ed i muscoli. - Atrofizza degli organi genitali
VITAMINA B2 RIVOFLAVINA: CARENZA: Diarrea Ritardo della crescita Paralisi delle zampe, appoggiano i tarsi e piegano le dita verso dentro
VITAMINA B6 O PIRIDOXINA: CARENZA: Anoressia (perdita di l appetito) Ritardo della crescita
Sintomi nervosi: convulsioni spasmodiche corride, salti.
ACIDO NICOTINICO O NICOTINAMIDA: Essenziale nel metabolismo degli idrati di carbonio (zuccheri) CARENZA: Può poducir: Infiammazioni in bocca, faringe, ed esofago.
Infiammazione della rdilla ed arqueamiento delle zampe. BIOTINA: CARENZA: può produrre dermatite nelle zampe (zampe aspre, con crepa e necrosi)
ACIDO FOLICO: CARENZA: Può produrre. - Anemia. - Ritardo della crescita - Problemi nel replume, - PEROSIS: È una carenza unita con la mancanza di manganese (Mn). Si prodursi in deslizaminto del tendine dei gastronemios fosse della puleggia ossea dell'articolazione tarsiana i hyuesos soffre pertanto una torsione verso fuori. , la maggioranza delle volte una sola zampa,
ACIDO PANTOTENICO: CARENZA: I sintomi sono molto difficili da separare dai sintomi provocati per il carenza di Biotina. - Dermatite - Dissoda delle piume - Pe- Ritardo nella crescita
- Pápados incollati, essudati viscoso,
VITAMINA B12 O CIANOCOBALAMINA: AZIONE: È la chiamata vitaminizza antianémica. Insieme al Rame ed il Cobal, sono indispensabili nella foramción delos elementi del sangue. (eritropoyesis) CARENZA: Ritardo della crescita Anemia Confusioni di quell'impiumi
Ribasso nella fertilità delle uova. È importante calcare che tutti i vitamine del gruppo B è meno stabile delle altre, si ossidano rapidamente, per quel motivo devono essere usate in quantità che si consumino giornalmente e non lasciarli negli abbeveratorio hasa l'altro giorno. È anche importante sapere che le vitamine del gruppo B, agiscono interrelate tra sé, pertanto la carenza di una di esse significa
che dobbiamo somministrare tutta la chiamata "complesso B."
MINERALI DEFINIZIONE: Senza sostanze indispensabili per molti processi dell'organismo animale.
Nella natura si trovano sotto forma di distinti sali. È importante calcare che apportando complessi minerali agli uccelli questi regolano la sua ingestione di accordo alle sue necessità. Di seguito alcuni dei minerali più importanti e la sua azione principale dentro l'organismo degli uccelli:
SODIO: (NA) Agisce nell'assorbimento dall'acqua e la sua posteriore eliminazione (diuresi)
CALCIO, CALCE, E FOSFORO (P) Sono fondamentali insieme alla vitamina D nella formazione delle ossa
POTASSIO (K) Agisce nel funzionamento dal muscolo cardiaco (tono cardiaco) Agisce anche sulla diuresi.
MAGNESIO: (Mg): È relazionato intimamente col Ca e P.
IODIO (I) È fondamentale per il normale funzionamento della ghiandola tiroide.
MANGANESE (MN): necessario per la crescita e la riproduzione. La sua carenza vedemmo come più
dietro provoca PEROSIS, dislocazione dei nervi gastronemios fosse della puleggia tarsiana con lussazione, generalmente di una zampa verso fosse, Riscuota, CU, E Cobalto (Co)
Sono fondamentali insieme alla vitamina B12, nell'eritorpoyesis, cioè
formazione degli elementi del sangue: globuli, Ferro (Fede):
Componente essenziale e l'emoglobina del sangue. Zinco (Zn)
AMINOACIDI Sono sostanze che l'organismo animale sintetizza a partire dagli azoti ingerito, essendo questi la base della formazione delle proteine. , Una proteina è una catena di aminoacidi.
Gli aminoacidi essenziali sono quelli che l'organismo non sintetizza in quantità adeguate per mantenere la crescita la nutrizione normali, per conseguente devono raffigurare nella dieta che diamo ai nostri uccelli. Di seguito dettaglio i 10 aminoacidi essenziali e le sue ingiunzioni per colomba e per giorno.:
METIONINA: 0.09 grs LESINA: 0.18 grs VALINA: 0.06 grs LEUCINA: 0.09 grs ISOLEUCINA: 0.055 grs FENILALAGNINA 0.09 grs TRIPTOFANO: 0.02 grs ARGININA HISTIDINA TREONINA
QUIMIOTERAPICOS ANTI-INFETTIVI CLASSE NOMBREACCIONDOSISTOXICIDAD
SINTETICOSSULFAMETOXAZOLBactereostáticoP.O: 100mg/paloma/diaPuede formare vetri renali
TRIMETROPINBacteriostáticoP.O: 10-20 mg. / colomba 200 mg/litro di aguaUso combinato consulfametoxazolFURALTADONA FURAZOLIDONABacteriostático BacteriostáticoP.O: 7.5 mg/paloma/díaAmplio spettro attivo contro micoplasmaENROFLOXACINA Baytril MRBactericidaP.O: 5-10 mg/paloma 200 mg/litro aguaAmplio spettro attivo contro micoplasma
BIOSINTETICOS O ANTIBIOTICO AMPICILINA AMOXICICLINABactericidaNo si raccomanda il suo uso in uccelliTILOSINA Tylan MrBacteriostáticoP.O :12-25 mg/palomaIndicado nelmicoplasmosis
NEOMICINABactericidaP.O :5-25 mg/palomaUtilizado in diarree infettive ESTREPTOMICINABactericida P.O :50-100 mg/palomaIdem Anteriore
CLORANFENICOLBacteriostáticoP.O :50 mg/paloma/2 per giorno Amministrazione prolungata provoca anemia fatale.CLORTETRACICLINABacteriostático ampio espectroP.O. :15-25 mg/paloma
día/1-1.5 g/litro aguaRetirar del grit durante la sua amministrazioneANTIMICOTICOS NISTATINA
Nstatin MR CandidiasisP.O :100.000u/litro acqua per 3 settimaneKETACONAZOLCandidiasisP.O :12-15 mg/paloma 2 x día/15 giorni ANTIPARASITAROS (ANTIHELMINTICOS) NOMBREACCIONDOSISTOXICIDAD CONTRO NEMATODES VERMI ROTONDI CONTRO TENIE
PIPERAZINAAscaris adultosP.O. :0.5 g/paloma/2díasLEVAMISOL RIPECOL mrAscaricida
CapilaricidaP.O :10-20 mg/paloma, 2 días~400 mg/litro annacqua, ripetere ai 15 díasPuede produrre vomiti passeggeri.IVERMECTINA Ivomec MR Parassiti interni ed externosP.O.: 0.1 mg/paloma ripetere a i 10 giorniMEBENDAZOLAscaris capilaria e TeniasP.O :5-7 mg/paloma 2 díasPuede
diminuire la fertilità e colpire piumaggio nel mutamentoALBENDAZOL Vermix A MRAscaris capilaria e TeniasIdem anterioreNICLOSAMIDATeniasP.O :100 mg/paloma
TRICHOMONICIDASMETRONIDAZOLTrichomonasP.O :20-25 mg/paloma 5 giorni 1gr/litro acqua
DIMETRIDAZOL EMtril MRTrichomonasP.O :525mg/paloma 5 días/0.5 gr/litroUna overdose è molto tossicaRONIDAZOL Trichonazol MRTrichomonasP.O :2 mg/paloma
5 giorni / in acqua 2gr/litroCOCCIDICIDASSULFAQUINOXALINACoccidiosP.O: 50mg/paloma
0.25 g/litro annacqua. Darle 3 giorni riposare 3 e ripetere 2 giorni másProducen calcoli a livello renale
SULFAMERAZINACoccidiosP.O :1.5 g/litro aguaIdem anteriore
SULFADIMETOXINACoccidiosP.O :0.5 g/litro aguaIdem anteriore
CLAZURILCoccidiosP.O: 2.5 mg/paloma 1 díaBaja o nulla tossicitàTOLTRAZURIL
Baycox MRCoccidiosP.O :7-15 mg/paloma 2 díasIdem anterioreAMPROLIUMCoccidiosP.O: 20 mg/paloma

pelo52

  • Newbie
  • *
  • Post: 35
    • Mostra profilo
Risposta #6 il: 12/11/2013 - 17:50
 ORNITOSI AGENTE CAUSALE Clamidia SINTOMI: Simili ad un'influenza. Secrezione nasale ed oculare simile alla micoplasmosis. Diarrea----> dimagrimento lento--- > morte. DIAGNOSITICO: Laboratorio, metodo Stamp, TRATTAMENTO: Clortetraciclinas + Tilosina. PROFILASSI: Disinfezione a fondo. OCCHIO È UNA ZOONOSI.
NEW CASTLE O PARAMIXOVIRUS - AVIARIA
AGENTE CAUSALE: Paramixovirus preparare tipo 1
SINTOMI: 1 - confusioni digentivos: Virus - vicerotropo - Escrementi posatoi----> liquidi, come annacqua, - Sete intensa, può aumentare 4-5 volte il consumo, 2 - confusioni nervose: - virus neurotropo - Leggeri tremori a capofitto. - Difficoltà per beccare i grani, colpisce il nervo ottico. - Problemi di equilibrio: la colomba tituba, cade verso un lato o dietro (capriole) - Torcicollo: di 0º - 180º
- Problemi nella vista con decolorazione di un occhio. - Paralisi di un'ala o delle due. - Paralisi di una zampa o delle due. 3 - confusioni Respiratorios(Virus neumotropo, - Congiuntivite, corizo, rantolo. ,Sono poco frequenti,
DIAGNOSI: Di laboratorio, per exámen virológico del sangue.
TRATTAMENTO: Eliminare colombe malate di poco valore. Isolare le colombe che vogliamo trattare.
Ridurre alla normalità il consumo di acqua, 50 cc per di. Riempire bene le mangiatoie o dar loro di mangiare con manica o siringa. DARE INSIEME: Antibiotici (Tetracicline) enrofloxacina, etc.,Aminoacidi Vitamine Levamisol, come stimolante delle difese. PROFILASSI:
Pulizia e disinfettazione della colombaia, Disinfezione della colombaia e delle installazioni: attualmente il BETADINE iodopovidone è undisinfettante per eccellenza. Ha azione batterica, viricida e fungicida. Applicarlo con nebulizzatore ogni volta che puliamo la colombaia, come minimo una volta per settimana. Diluizione: 20 cc in 1 litro di acqua.
VACCINAZIONE: [/size]a, Virus morto: o inattivato in soluzione acquosa. Intramuscolare o sottocutanea.Immunità: un anno COLOMBOVAC (Olanda) b, Virus vivo: Ceppo B1 o Il Fante. Nell'acqua di bibita e per goccia nasale od oculare. Immunità: 2 mesi. Alos 4 giorni di applicata il vaccino a virus vivo è conveniente realizzare quello seguente Shock: Levamisol: 1-2 giorni Vitamine, Antibiotici ed Aminoacidi: per 4-5 giorni. IMPORTANTE: è obbligo del colombofilo denunciare o comunicare alla sua società un germogli di questa malattia nella sua colombaia, affinché tutti i colombofili prenda le riscossioni del caso.
ADENOVIRUS [/u]È poco quello che si conosce di questa malattia provocata per un virus che ha suo
preferenza per gli organi del sistema linfatico (gangliso,bazo). Di lì il suo nome. SINTOMI: Durante la bimba è molto comune osservare la crescita disuguale dei piccioni. I vomiti frequenti è uno dei sintomi ma caratteristici del malattia. TRATTAMENTO: Sostanze omeopatiche. PROFILASSI: Pulizia e disinfezione delle colombe, Disinfezione della colombaia e delle installazioni: attualmente il BETADINE iodopovidone è un
disinfettante per eccellenza. Ha azione batterica, viricida e fungicida. [/u]
Applicarlo con nebulizzatore ogni volta che puliamo la colombaia, come minimo una volta [/u]
per settimana. Diluizione: 20 cc in 1 litro di acqua.[/u]
HERPES VIRUS [/u]Malattia virósica di recente apparizione. Ha avuto alcuni casi nel provincia di Buenos Aires.
DIFTERO VAIOLO. [/u]AGENTE CAUSALE: Borrelia columbae (virus) CONTAGIO: Per l'acqua di bibita, alimento, materia fecale, polverina, pcadura di zanzare ferite, etc. I piccioni sono i più suscettibili. Gli adulti raramente Lei ammalano
SINTOMI: Tipiche formazioni crostoso bersaglio giallognole, difficili da staccare , sangrantes),en occhi, naso, becco, articolazione delle zampe, bocca, gola, attorno alla cloaca. TRATTAMENTO: Separare le escrescenze ed applicare luoghi comuni di tintura di iodo.Dar antibiotici e vitamine, soprattutto vitamina A, per 4-5 giorni PROFILASSI: Pulizia e disinfezione, Disinfezione della colombaia e delle installazioni: attualmente il BETADINE iodopovidone è undisinfettante per eccellenza. Ha azione batterica, viricida e fungicida.
Applicarlo con nebulizzatore ogni volta che puliamo la colombaia, come minimo una volta [/u]
per settimana. Diluizione: 20 cc in 1 litro di acqua.[/u]
, IMMUNITÀ: La colomba guarita acquisisce di tutta la vita immunità.                        COCCIDIOSI [/u]AGENTE CAUSALE: Un parassita minuto Due specie: Eimeria Labbeana Eimeria Columbarum SINTOMI: Due forme: Subclínica: proprio delle colombe adulte. Non c'è sintomo ma diminuisce quello rendimento sportivo. C'è una certa immunità. Propriamente detta: Attacca i piccioni a partire dalla terza settimana di età. A volte materia fecale acquosa e scolorita, è sanguinolenta, non è mai liquida e verde. Pérdita di peso e forma. Perdita di colore dell'iride dell'occhio cambia a grisáseo. Mucosa della bocca e la gola diventano pallide, anemia, Piumaggio opaco. DIAGNOSTICO: Analisi di materia fecale. TRATTAMENTO: Sulfas, occhio l'uso continuato provoca danni a livello renale, Amprolium Cloazuril Toltazuril (Baycox Mr) PROFILASSI: Alternare sopra le droghe menzionate ogni 30 giorni in forma preventiva. Sipossono amministrare insieme al trattamento contro trichomonas. Una volta finito il trattamento dare un scontro vitaminico per 3-4 giorni. Pulizia a fondo e disinfezione generale, non dimentichiamo che le uova di coccidi si riproducono nella materia fecale accumulata nel piano o vassoi essendo necessarie tre condizioni: temperatura, umidità ed ossigeno. Pertanto dobbiamo evitare l ‘umidità.
ASCARIDIOSI[/u]AGENTE CAUSALE: Ascaris Columbae. Il ciclo nel quale l'uovo del parassita è elimindao per la materia fecale, va al suolo, si sviluppa la larva e nuovamente è ingerito, maturato e nuovamente eliminato è di 20 giorni col risultato che si raccomanda il trattamento preventivi ogni 21 giorni, SINTOMI: Pochi lombrichi causano poco danno, ma se il numero aumenta in eccesso si
produce una diminuzione del rendimento sportivo causando molte perdite. - Anoressia (perdita di appetito) - Perdita di peso. - Debolezza - Materia fecale poco consistente. - Sete intensa. - Anemia - Piumaggio opaco ed irsuto. - I parassiti possono verta negli escrementi ed a volte nei vomiti. I danni che questi parassiti provocano sono imputati a 3 ragioni. 1 - le ferite che provocano nella parete intestinale 2 - perché assorbono molti elementi nutritivi. 3 - perché defecano sostanze tossiche. DIAGNOSTICO: Analisi di materia fecale TRATTAMENTO: Ci sono differenti droghe: - Levamisol - RIPERCOL MR - Piperazina - Ivermectina (Ivomec Mr) PROFILASSI: Trattamento alternato con le droghe sopra menzionate ogni 30 giorni di questo maniera diminuiamo la possibilità di acostumbramiento alla droga. Non dimenticare che a sua volta il LEVAMISOL è un eccellente inmunomodulatore stimolante delle difese, pertanto ogni volta che vacciniamo contro New Castle si fa imprescindibile il suo utilizzo. Gli animali vecchi sviluppano una certa immunità. Pulizia - igiene. Disinfezione
CAPILARIOSI[/u]AGENTE CAUSALE: Capillaria obsignata Si considera che questo parassita è presente nel 50 percento delle colombe, ma particolarmente sono più sensibili gli animali giovani.
SINTOMI: Un'infestazione lieve praticamene non produce sintomi, solamente diminuzione nei rendimenti sportivi. Ma se l'infestazione è grave, possono arrivare a morire piccioni una settimana dopo  cominciata la malattia. DIARREA----> DIMAGRIMENTO----- > MORTE DIAGNOSTICO:
Idem ascaridiosis. TRATTAMENTO: Idem ascaridiosis. , NON PIPERAZINA, PROFILASSI: Idem ascaridiosis TENIASIS Di questa affezione voglio solo manifestare che è importante, come profilassi, combattere tutti gli ospiti intermediari (larve di zanzare) cucharachas,gorgojos, bavoso, lumache, eccetera, Le tenie o gli anelli di tenie sono a volte visibili nella cloaca della colomba. È comune che appaiano in colombe che sono stati deviate un certo tempo. Il trattamento è individuale. Niclosamida..
TRICHOMONIASI[/u] AGENTE CAUSALE: Trichomona Columbae, un protozoo, Consideriamo che il 80 percento delle colombe vecchie sono portatrici, potendo passare inavvertito. Si dice che le colombe vecchie vivono in equilibrio coi trichomonas in conseguenze nefaste. Nei piccioni è molto male. SINTOMI:  Apatia - Piumaggio irsuto. - Diarrea viscosa--- > dimagrimento. - sete intensa
- Anoressia (mancanza di appetito) - Disnea, ostacolate repiratoria: posizione di pinguino - Placche bianco giallognole in: bocca e gola, ombelico DIAGNOSTICO: Esame microscopico di isopado di sciacquo ed esofago. TRATTAMENTO: Dimetridazol (EMTRIL MR) 1 gr. per litro di acqua per 7 giorni. METRONIDAZOL RONIDAZOL PROFILASSI: Igiene e disinfezione generale. IMMUNITÀ: Una piccola quantità di trichomonas in colombe con buon stato di salute provoca i suoi propri anticorpi.
PLASMODIOSIS O MALARIA  [/u]Malattia delle zone litoraleñas, confinanti a fiumi,
AGENTE CAUSALE: Un esporozoario del genere PLASMODIUM EPIZOOTIOLOGIA: Ci sono tre fattori che condizionano il mantenimento e sviluppo della malaria. - Uccelli portatrici o malate. - Zanzare trasmettitori (culex) haedes, anopheles. - La temperatura, le piogge e la flora della regione, elementi essenziali per la riproduzione della zanzara, SINTOMI: - Apatia - Febbre di tipo mittente, sale e scende, - Anemia, di lì l'occhio e le mucose bianche, - Debolezza generale - Morte in piccioni. Dopo questa fase acuta, dove i sintomi sono evidenti, la plasmodiosis comincia in un periodo di diminuzione delle sue manifestazioni cliniche e del parasitemia endoglobulare arrivando ad una tappa di normalità tra i 30 - 40 giorni di cominciato i sintomi. DIAGNOSTICO:Esame del sangue, metodo, di Giemsa. TRATTAMENTO: Plasmodicidas utilizzato nella malaria umana Quitina Atebrina Plasmoquina Cloronquina Pludrina Per es.: La cloroquina o ARALEN MR 2 mg per kg. di peso cioè 1 mg. per colomba. 3 dose giorno per mezzo PROFILASSI:Evitare la zanzara: Tessuto metallico Fuyi Vape K-otrine IMMUNITÀ: Gli animali guariti sviluppano un certo grado di immunità
HAEMOPROTEOSI[/u]AGENTE CAUSALE: Haemoproteus Columbae. Ha un ospite definitivo, una mosca hematògrafa, si alimenta di sangue, il pseudolynchia canariensis. L'ospite intermediario è la colomba. È necessario che la mosca infestato risentimento alla colomba affinché si sviluppi la malattia in questa. SINTOMI: Osservabile solo nei mesi di estate. I sintomi sono molto simili a quelli della plasmodiosi di lì al possibile confusione, epoca e sintomi, Le mosche che suggono sangue infettato sono capaci di trasmettere il haemoproteosis 15 giorni ma tardi e 25 - 30 giorni dopo cominciano i sintomi. - Febbre ricorrente, sale e scende, 43 º C - Diarrea: Hecxes bianchi o blancoamarillentas, líqudas e persistenti. - Disnea: aumento della frequenza respiratoria. - Anemia graduale - Caquexia: dimagrimento quando la malattia diventa cronica. DIAGNOSTICO: Esame del sangue (metodo di Giemsa) TRATTAMENTO: NESSUNO PROFILASSI: Combattere la mosca: K-otrine
CANDIDA  O MUGHETTO [/u]
Alcuni autori descrivono questa malattia in forma unita col trichomoniasis ed altri parlano di un'enfrmedad micótica associato ad una carenza di vitamina A. AGENTE CAUSALE: un fungo: CANDIA ALBICANS SINTOMI: Placche blancoamarillentas, facili da staccare, in tutta la mucosa della bocca e della gola TRATTAMENTO: Applicazioni topiche con iodio povidona al 10 percento o con tintura di iodio debole , diluita con glicerina, nelle placche Amministrare Vitamina A. PROFILASSI: - EVITARE L'IMMAGAZZINAMENTO PROLUNGATO DEGLI ALIMENTI - SOLEGGIARE GLI ALIMENTI - VITAMINIZZA A - DISINFEZIONE DELLA COLOMBAIA
ASPERGILLOSI[/u]
AGENTE CAUSALE: Un fungo, Aspergilium fumigatus. Si riproduce rapidamente nella paglia dei nidi, nell'alimento umido. SINTOMI: È un'affezione del gruppo delle malattie respiratorie. Si presenta sotto due forme. FORMA POLMONARE: Difficoltà respiratoria (disnea) Escrescenze verdognole sulla lingua ed il palato. FORMA DERMATOLOGICA: Pelle pelata e con fratture di piume TRATTAMENTO: Non esiste nessuno che sia effettivo PROFILASSI: Colombaia secca, ben arieggiata Evitare l'umidità nell'alimento. Disinfezione, iodio povidona, Pidocchi, Acari, Dittero (mosche), Zecche. Rispetto al tema non mi estendo, dirò solo che esistono pidocchi, acari, mosche e zecche nelle colombe molto fastidiose e che danneggiano a volte il piumaggio seriamente. La forma di combatterli è mediante il bagno di aspersione ma mai di immersione. Bisogna anche tenere in conto che i prodotti derivati dei piretrinas, per il.: kaotrina, sono tossico per gli uccelli, e benché non si manifestano sintomi di intossicazione possono provocare bassi rendimenti nei concorsi. CARBARIL 5 percento (spolverata) MAI UTILIZZARE GAMEXANE

pelo52

  • Newbie
  • *
  • Post: 35
    • Mostra profilo
Risposta #5 il: 12/11/2013 - 17:48
 Un ottimo sito da consultare su INTERNET per informazioni sulle malattie dei piccioni è quello della CHEVITA GMBH.
E’ corredato da ottime foto e può essere di grande aiuto.
Un consiglio spassionato. Il fai da te è micidiale. Ricordatevi che non esistono più gli stregoni. Nel caso nostro sono stati sostituiti dai medici VETERINARI  - ergo ai primi sintomi di casini in voliera dobbiamo rivolgerci a loro perché solo loro sapranno indicare la malattia e prescriverci le cure più adatte.

Sempre su internet ho scovato questa Guída pratica per la cura delle malattie dei colombi che è molto interessante da leggere ma, come per CHEVITA GMBH, la miglior cosa è ricorrere in caso di casini in voliera. Lascia un po’ a desiderare la traduzione ma…………………….


NORME GENERALI Costante Fisiologica Temperatura 38,8º - 40º C Peso Media: Maschio = 450 - 500 gr. Femmina = 400 - 450 gr. Ingestione di acqua: 30 - 60 cc per giorno, 45 cc media,
1 litro di acqua per 20 colombe. In estate aumenta al doppio  60 - 100 cc, Ingestione di alimenti
30 grammi per giorno (media)
Consigli su Trattamenti: A. - Curativo - Sintomatico - Generale B. - Preventivo o Profilattico (igiene) bovine, etc., C. - Coadiuvante per esempio: antibiotici in malattie virali,SOMMINISTRAZIONE DELLE MEDICINE-Forma iniettabile: Sottocutanea, sotto alla pelle del collo, Forma orale: 1.- Per capsule o compresse, trattamento individuale, 2. - Nell'acqua da bere: Somministrare la quantità giusta di acqua che si consuma per giorno secondo l'epoca  che sia inverno o estate. Le vitamine nell'acqua da un giorno all’altro si inattivano. 3. - Nell'alimento non si consigliano.
4. - con un stuzzicadenti e cotone in caso di Mughetto, trichomoniasis, vaiolo, eccetera,
DOSAGGIO Se è insufficiente: Non produce la cura desiderata e produce resistenza Se è troppo : Può provocare effetti molto dannosi1 cucchiaino di caffè = 1.5 - 2 grs. 1 cucchiaino di tè = 3,5 - 4 grs.
1 cucchiaiata ghiotta = 8 - 10 grs. 1 cucchiaiata ghiotta = 15 grs. 20 gocce = 1 ml. = 1 cc Importante:
Purché si regolino antibiotici, tetracicline, tilosina, eritromicina, eccetera, bisogna somministrare congiuntamente vitamine, elettroliti, aminoacidi e ricostituenti della flora intestinale. , Es.: acido filofago, yoghurt, Nel caso si somministra Tetracicline, terramicina MR, sopprimere il GRIT
durante quei giorni poiché i sali di calcio  inattivano l'antibiotico.[/size] Non usare simultaneamente prodotti interattivi: possono produrre interferenza, sinergismo, antagonismo o alterazione dell'effetto cercato.
PROFILASSI E PREVENZIONE[/u]
Disinfezione della colombaia e delle installazioni: attualmente il BETADINE iodopovidone è un[/u]
disinfettante per eccellenza. Ha azione batterica, viricida e fungicida. Applicarlo con nebulizzatore ogni volta che puliamo la colombaia, come minimo una volta per settimana. [/u]
Diluizione: 20 cc in 1 litro di acqua.[/u]
MALATTIEINFETTIVE BATTERICHE BATTERI ( bacteria)SALMONELOSIS O PARATIFOSIS PASTEURELOSIS O COLERACORIZAORNITOSISMICOPLASMOSISVIRÓSICAS , virus)NEW CASTLE O PARAMIXOVIRUS ADENOVIRUS HERPES VIRUSDIFTERO – VAIOLO MICÓTICAS , hongos)ASPERGILOSIS CADIDIASIS O MUGHETTO PARASSITARIO INTERNOSCOCCIDIOSIS ASCARIDIOSIS CAPILARIOSIS TENIASISPROTOZOARIOSPLASMODIOSIS O MALARIA HAEMOPROTEOSIS                                                                                                       TRICHOMONIASIS EXTERNOSPIOJOSACARIDittero (mosche)ZECCHE
SALMONELLOSI O PARATIFOSI [/u]Malattia dei piccioni giovani che causa loro una morte precoce senza sintomi specifici. Le colombe adulte che si curano si trasformano in
portatrici e continuano ad eliminare salmonelle, per quello che è sempre preferibile [/color]
[/size]eliminarli[/size]. Covando possono trasmettere la malattia attraverso i pori del guscio delle uova AGENTE CAUSALE: Salmonella Typhimurium TRASMISSIONE: Orale:  Per l'alimento o l'acqua di bibita. Aerea: Per inalazione della polvere. Ovarica: Dell'ovaia all'uovo.
SINTOMI: 4 forme 1 - intestinale: Diarrea con feci spesse circondate di muchi, elementi no digeriti in acqua sporca di colore bruno o verde, schiumoso e maleodorante. Ingrassamento della cloaca. Dimagrimento. 2 - articolare: dell'intestino passa al sangue e di lì alle articolazioni di maggiore movimento (gomito). Ala caduta  3 - organica: attacca tutti gli organi manifestandosi con una respirazione breve e debilitazione generale.
4 - nervosa: attacca il cervello ed il midollo spinale producendo: - perdita di equilibrio - paralisi - torcicollo, simile a New Castle, [/color]
[/size]DIAGNOSTICO Serológico, cioè gli anticorpi del sangue degli animali infettati. TRATTAMENTO: Antibiotici: Tetracicline Enrofloxacina Furazolidona Minimo 15 giorni, per quel motivo non conviene. PROFILASSI: Pulizia e disinfezione, per lo meno settimanale, 1 - 2 giorni di antibiotici ogni 15 giorni Vitamine È una Zoonosi, può contagiarsi all'uomo per un contatto molto stretto,
PASTEURELOSI O COLERA [/u]
Può attaccare poche colombe, come così pure provocare un'epidemia.A minuta finisce fatalmente. La sovrappopolazione e la mancanza di igiene sono i due fattori predisponenti più importanti. AGENTE CAUSALE: Pasteurella multocida SINTOMI: Febbre alto 42 º - 43º C Diarrea Morte entro24 - 48 hs. TRATTAMENTO: Tetracicline Enrofloxacina Vitamine PROFILASSI:
Disinfezione della colombaia e delle installazioni: attualmente il BETADINE iodopovidone è un[/u]
disinfettante per eccellenza. Ha azione batterica, viricida e fungicida. [/u]
Applicarlo con nebulizzatore ogni volta che puliamo la colombaia, come minimo una volta [/u]
per settimana. Diluizione: 20 cc in 1 litro di acqua.[/u]
CORIZA [/u]AGENTE CAUSALE: Hemophilus influenzae SINTOMI: Lacrimo contemporaneamente dei due occhi. Gonfiore dei sacchi lacrimali (testa di gufo). Salpi scarico nasale (muco)
DIAGNOSTICO: Esame bateriológico delle secrezioni nasali ed oculari. TRATTAMENTO: Antibiotici - Vitamine. PROFILASSI: Disinfezione della colombaia e delle installazioni: attualmente il BETADINE iodopovidone è undisinfettante per eccellenza. Ha azione batterica, viricida e fungicida.
Applicarlo con nebulizzatore ogni volta che puliamo la colombaia, come minimo una volta [/u]
per settimana. Diluizione: 20 cc in 1 litro di acqua.[/u]
MICOPLASMOSI[/u] AGENTE CAUSALE: Micoplasma Microorganismo a metà strada tra un batterio ed un virus. Colombe guarite acquisiscono qualcosa di immunità, ma passano ad essere portatrici e transmisoras ai piccioni giovani. Questa malattia va generalmente associata all'ORNITOSIS. Molte colombe sono portatrici e le malattie appaiono dopo lo sforzo di concorsi difficili. SINTOMI: Secrezione nasale umido, acquosa e dopo diventa appiccicoso e purulento. In quello interno della bocca una crosta grigia, rugosa. Lingua e palato appiccicosa. Incoraggio molto spiacevole, repulsivo. Naso di colore grigio sporco. Respirazione molto difcultosa. Rumori di estronudos molto forti di sera. Evoluzione molto lenta. Raramente è infezione generalizzata ma al disinuir le difese (stress) concorsi, manca di igiene, sovrappopolazione etc., può dare schiusa la malattia e provocare morti. DIAGNOSTICO: Esame serológico degli anticorpi delle colombe attaccate. TRATTAMENTO: Tilosina, Tylla MR, ENROFLOXACINA. Amministrarlo 5 giorni consecutivi PROFILASSI: Disinfezione a fondo. Possono realizzarsi trattamento preventivi nelle settimane libero delle epoche di concorsi, soprattutto dopo i concorsi difficili.
Disinfezione della colombaia e delle installazioni: attualmente il BETADINE iodopovidone è un[/u]
disinfettante per eccellenza. Ha azione batterica, viricida e fungicida. [/u]
Applicarlo con nebulizzatore ogni volta che puliamo la colombaia, come minimo una volta [/u]
per settimana. Diluizione: 20 cc in 1 litro di acqua.[/u]

Hunter77

  • Visitatore
Risposta #4 il: 12/11/2013 - 10:12
Bel post

giovannispinelli

  • Jr. Member
  • **
  • Pisa
  • Post: 59
    • Mostra profilo
Risposta #3 il: 11/11/2013 - 19:25
tricomoniasi non è causa da batterio ma da protozoo come coccidio
si
incubatrice   meglio dire ospite vettore ....
a parte gli scherzi un saluto a tutti :-)
Appena ho 2 minuti Caro Rinaldo Ti mando mail !

aldorin

  • Moderatore
  • Sr. Member
  • *
  • Post: 462
    • Mostra profilo
Risposta #2 il: 11/11/2013 - 17:08
Grazie MASSOC


hai introdotto un argomento di grande interesse.
Infatti, oltre che a caccia, la nostra passione si manifesta anche, o forse soprattutto, col privilegiato rapporto che abbiamo coi nostri piccioni.

Massoc

  • Visitatore
Risposta #1 il: 11/11/2013 - 11:41
Sperando di essere utile per il riconoscimento delle malattie dei nostri piccioni, inserisco quanto ho trovato girovagando su internet. Appena riesco inserirò anche le cure da adottare per ogni singola malattia.

Corizza 
Starnuti, naso sporco, a volte l'infiammazione si estende agli occhi, il becco è aperto a metà, il piccione scuote la testa per eliminare il fastidio e lo si sente rantolare. Il naso si presenta con i seni gonfi e vi è la presenza di gocciolamento.
 
Vaiolo
Pustole (o grappoli) di 1-10 mm di diametro compaiono sul corpo, ali, zampe, etc. Il loro numero varia da 1 a 10. La gravità della malattia dipende dallo stato di forma del piccione.
 
Difterite
Compare una membrana nel becco e nella gola. Respiro affannoso, le sue piume sono arruffate, sbadigli e diarrea. Se non fai niente, la morte avviene pochi giorni dopo.
 
Tricomoniasi
Questa malattia è causata da una famiglia di batteri parassiti. Questo parassita diventa incistata, ogni cisti contiene solo tricomoniasi.
La tricomoniasi si presenta con puntini giallastri (tipo pus) nella bocca.
In stato avanzato si formano delle vere e proprie placche nella gola e in bocca e addirittura possono raggiungere altri organi.
Il piccione colpito presenta poco appetito, perdita di peso e gli escrementi sono molto morbidi, non può più deglutire e allunga il collo per ingoiare. La pelle e le piume diventano asciutte.
La malattia spesso inizia con la comparsa di muco in gola che rende difficile la respirazione. Presto appare un ascesso giallastro o caseoso nel naso, faringe, trachea ed esofago ... soprattutto su il ventriglio.
La malattia è trasmessa dai genitori ai giovani. Spesso si sviluppa, inoltre, un ascesso ombelicale.
 
Coccidiosi
Questa malattia è causata da un protozoo parassita. Questi parassiti invadono e danneggiano la parete intestinale. Le uova del parassita vengono espulsi attraverso le feci ed è qui il possibile contagio, ovvero se la colonia di piccioni li ingerisce.
La malattia si manifesta soprattutto a livello intestinale, più raramente nel ventriglio e nel retto. E' visibile 3-4 giorni dopo l'assunzione del parassita. Non ci sono rischi di contagio per altri animali.
I piccioni colpiti mangiano poco e di conseguenza perdono peso. Hanno diarrea con feci bianche e / o verde, a volte mescolato con il sangue se nell'ultimo stadio della malattia. Una forma di rachitismo tra i giovani. Attenzione al caldo e all'umido.
 
Paratifo (o Salmonella)
Questa malattia è provocata da un batterio della famiglia della Salmonella.
La Salmonella, è una malattia causata dal "tifo" dei ratti e topi, e il paratifo o paratyphosis per gli uccelli, essa è presente ovunque nel corpo dei piccioni infetti.
Si può osservare, separati o combinati, i seguenti sintomi:
Diarrea fetida, sete intensa. Il piccione perde peso perché è debole, ma mangia e beve molto.
Atrite da Salmonella: gonfiore intorno alle gambe, come un giunto sferico (se è in volo, il piccione non sa volare bene), ala dolente, zoppica.
Debolezza nelle Gambe: il piccione sta cadendo a pezzi.
Disturbi nervosi della testa, rigidità del collo, squilibrio.
Uova Nere, che non schiudono, o il giovane muore dopo pochi giorni dalla nascita, con una diarrea bianca.
Infatti, nelle femmine le parti più colpite sono le ovaie e le uova.
Sterilità temporanea: le femmine infette non depongono uova.
E' preferibile isolare i piccioni colpiti. E 'necessario disinfettare bene il suolo e l'acqua. La vaccinazione preventiva è fortemente raccomandata.
 
Adenovirus
Sono spesso  infezioni degli apparati respiratori, ma possono anche attaccare altri organi.
In linea di principio, c'è una faringite acuta, febbre, linfoadenopatia cervicale accompagnato da (nodi di grandi dimensioni) tosse, mialgia (dolore muscolare), congiuntivite. 
Sembra che la malattia nei piccioni si manifesti con una improvvisa e persistente diarrea. In questo tipo di malattia, i sintomi sono comuni e il virus è difficile da individuare: consultare un veterinario!
 
Vermi
I vermi sono parassiti che vanno a riprodursi sovente nell'intestino dell'aninale che li ospita. Essi depongono le uova nell'intestino per essere successivamente scaricate con le feci. Quando le uova embrionate vengono inghiottite dal piccione, si trasformano in vermi e il ciclo ricomincia.
Alcuni vermi come la tenia hanno un ciclo un pò più complesso per potersi intridurre nel corpo di un'altro animale. Infatti per poter infettare i piccioni è necessario che le uova vengono assorbiti prima da un insetto, lombrico o lumaca, che funge da incubatrice, solo quando il piccione mangial'incubatrice (lombrico o lumaca) trova anche il parassita.
I sintomi più comuni sono perdita di peso, feci gessose, diarrea con muco e vomito. 
I piccioni che sono affetti da tenia mostrano paralisi al collo, che ritrae di lato o indietro. I più pericolosi sono i capillari, perché il declino è rapido e letale sopratutto per i giovani.

Paramixovirus o Sindrome di Newcastle 
Ci sono tre tipi di ceppi differenti per la loro velocità di moltiplicazione:
1-lentogeno: lenta
2-mesogen: media
3-velogenico: Veloce.
Questo virus ha la capacità di provocare la fusione cellulare. La capacità distruttiva delle cellule è proporzionale al tasso di moltiplicazione del Paramixovirus. Questa malattia è di tipo epidemica: in una piccionaia colpita il 30-70% degli uccelli sono affetti e la mortalità può raggiungere il 10%.
 Separati o combinati, si possono osservare i seguenti sintomi:
Diarrea acquosa e sete.
L' intestino viene raggiunto ed i reni funzionano in modo anomalo.
Tremore, paralisi delle ali.
Torcicollo (testa rivolta verso la parte posteriore), disturbi dell'equilibrio.
Visione offuscata (guardano di lato, in basso).