FORUM Club Italiano del Colombaccio

nibbioblu

  • Newbie
  • *
  • Post: 4
    • Mostra profilo
Risposta #8 il: 05/02/2021 - 09:55
No no ! da seduto no. Al momento opportuno balzi in piedi. Il movimento che fai nel momento in cui decidi di alzarti per lo sparo é talmente repentino che a quel punto le mosse evasive del colombo sono troppo tardive (se poi si padella... >:(. é un'altra questione. Per me rimanere troppe ore in piedi con le mie L4/S5 o quello che sono, é un pò dura... comunque, ciò non toglie che se vuoi rimanere in piedi, il capanno lo puoi fare più alto con la struttura che ho indicato senza nessun problema.   

Vasco

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1265
    • Mostra profilo
Risposta #7 il: 04/02/2021 - 15:40
Ciao nibbioblu belle idee e buoni consigli, l'unica cosa che mi resta difficile è sparare da seduto, vecchiaia a parte che limita certi movimenti, è comunque difficile sparare da seduto, almeno per me.

nibbioblu

  • Newbie
  • *
  • Post: 4
    • Mostra profilo
Risposta #6 il: 03/02/2021 - 20:55
Ringrazio Vasco, Lore e Rimescolo per gli interessanti riscontri.
In ogni risposta si riesce sempre a trovare una buona idea e che, la prossima stagione, proverò a sperimentare.
Vi lascio ora un'idea delle mie che devo dire funziona molto bene, mi riferisco ai capanni temporanei;
Una volta fatto l'appostamento con i paletti e il telo traforato, prendo le estremità del telo che stanno per terra alla base e li distendo esternamente alla parata fissandoli a terra con dei gancetti.
Il risultato è quello di ottenere una specie di piramide anzichè un cubo. Così facendo, il telo inclinato e disteso permette di appoggiarci con più facilità qualsiasi ramaglia e dirò di più, ci metto sopra le foglie che raccolgo dal bosco e anche dell'erba senza che scivolino giù e, credetemi, il risultato é straordinario (erba e foglie) ma non finisce qui perchè la lieta sorpresa sta anche nel fatto che quando poi si entra nella parata, ci si ritrova internamente con un sacco di spazio tutt'intorno e ci infili dentro di tutto per no parlare della libertà di movimento quando balzi in piedi (si perchè la parata la faccio bassa da rimanerci seduto). Provare per credere. 

Vasco

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1265
    • Mostra profilo
Risposta #5 il: 27/01/2021 - 14:01
Ne ho viste e sentite di tutti i colori, le foglie di palma mi mancavano. Bene a sapersi per chi ha possibilità di procurarsele.

Lore

  • Full Member
  • ***
  • Post: 237
    • Mostra profilo
Risposta #4 il: 26/01/2021 - 18:44
Pratico anche io la caccia da appostamento temporaneo e per la mimetizzazione ho visto una soluzione interessante usata da alcuni colleghi.
Qyesti hanno raccolto le foglie di palma da datteri, potate dai servizi comunali delle città costiere, palme che di solito si trovano sul lungomare. Con 6 foglie grandi essicate, messe sopra una normale rete mimetica copri perfettamente e in modo naturale un appostamento e non ingombrano eccessivamente per il trasporto. Ti assicuro che funzionano.
Lorenzo

Rimescolo

  • Sr. Member
  • ****
  • campiglia m/ma
  • Post: 401
    • Mostra profilo
Risposta #3 il: 22/01/2021 - 17:34
Ciao Nibbioblu (mai visto) :)l'amico Vasco ti ha risposto nel dettaglio come si conviene ad un cacciatore rispettoso del selvatico che intende catturare.Il mimetismo è fondamentale per convincere il colombaccio ad interessarsi del richiamo che gli abbiamo proposto. Dovrà essere credibile e il sito più naturale possibile.A seconda delle fasi, dei periodi, del clima, dell'offerta alimentare ecc...il colombaccio esige atteggiamenti conseguenziali. Personalmente quando vado alla cerca, con aste, mi porto appresso circa tre metri di telo mimetico fogliare verde (due facce) che non sempre utilizzo.Cerco quasi sempre una copertura naturale di leccio o similare, con vista a 180° sufficiente per la disciplina scelta, con sparo a fermo da terra. Al capanno fisso per la migrazione invece, quando è necessario, utilizzo rami di corbezzolo che immergo per l'intera stagione in contenitori di plastica verniciata verde militare opaco. I primi giorni le mazze tendono ad assorbire molta acqua, dopo si mantengono per tre mesi...Un amico molto esperto e metodico, utilizza per i vari appostamenti temporanei un capanno portatile con 4 aste e 4/5 metri di telo fogliare mimetico che piazza e smonta ogni volta. Garantisco che in mezzo al bosco non disturba affatto la posa del colombaccio. A te la scelta, un saluto e in bocca al lupo,
Rimescolo
La passera è sempre la passera! Solo la fetta di cocomero fresca ci va vicino.........

Vasco

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1265
    • Mostra profilo
Risposta #2 il: 16/01/2021 - 20:07
Ciao nibbioblu, benvenuto nel forum, parliamo di mimetismo la discussione è interessante, particolare quello del mimetismo, nella caccia al colombaccio tutt'altro che trascurabile anzi direi determinante per il buon esito della caccia.

La cura del capanno specialmente quello dell'appostamento fisso, almeno per me è quasi maniacale,  lo sparo a fermo richiede massima cura dei particolari che riguardano il camuffamento, le foglie delle frasche girate nel verso giusto, tutte le cose tenute all’interno e fuori  del capanno che non riflettono la luce e che  con una bella mano del verde più famoso nella caccia, il verde opaco militare (verde cachi oliva) si sistemano alla meglio, ecc. ecc. però non bisogna dimenticare che gli occhiali, quando c’è il sole, sono d’obbligo con lenti anti riflesso, i vecchietti come me, purtroppo, sono costretti a portare.

Per rivestire il capanno dell'appostamento fisso personalmente utilizzo le potature di abete, facili da reperire nel periodo del passo, principalmente utilizzo quelle di cedro del Libano, ma anche il pino silvestre legato a mazzetti resta verde per molto tempo, tutto dipende da cosa ho intorno importante che sia più naturale possibile, i bucciotti che non fanno passare un filo di luce si vedono da lontano, quindi il capanno deve essere si chiuso ma la luce deve trasparire, poi tutto dipende da come uno si muove, quindi  se si riesce a rimanere  immobili  basta una foglia per nascondere la faccia.

Se le potature son tagliate nei primi giorni di ottobre con qualche rattoppo durano fino la fine del passo e si intonano alla perfezione in qualsiasi contesto, poi una spruzzatina d'acqua la sera prima di scendere le fa durare molto più. Alle frasche con rami grandi si lega alla base uno straccio con dentro la terra, tutti i giorni una bagnata le fa mantenere verdi, piccoli particolari che ti fanno risparmiare inutili fatiche e ti regalano belle curate.

Importante fare attenzione alle piante che ci circondano, meglio utilizzare le frasche del posto cerro quercia leccio faggi e pino hanno colori molto diversi
 e facili da notare da un animale che nasce e vive in queste piante.
 
La cosa migliore quando si sceglie un posto dove fare l'appostamento fisso è cercare una pianta ben predisposta per ospitarci, in qualche caso ho dovuto tagliare qualche ramo per far posto specialmente nel leccio che è la pianta che si presta più per nascondere il capanno, il cerro è la pianta ideale dove posizionare i richiami ma la più difficile da rinverdire nel modo giusto, qualche volta si esagera, e quando si chiude troppo con teli frasche ecc. da lontano poi si nota la differenza, nella caccia con sparo a fermo sono dettagli molto importanti che non possono essere trascurati.

Il capanno temporaneo ai tempi d'oggi è un problema non sempre facile da risolvere e la maggior parte dei cacciatori per non incorrere in spiacevoli multe si servono di teli mimetici facili da montare e tutto sommato se ben fatti anche funzionali. I migliori secondo me sono quelli fatti con foglie o traforati che si trovano in due colori (tonalità) diverse, quindi puoi scegliere secondo quello che ti circonda. Sono fabbricati in plastica, anche se c'è umidità le foglie bagnate non riflettono.

Una volta si andava a caccia senza tante regole che ora devono essere rispettate, facevamo lasciare dal contadino le presse di paglia per il capanno quando ad agosto si cacciavano le tortore..... bei tempi, bei ricordi, c’erano meno sapientoni a gestire la caccia e tanto rispetto in più.

Bene spero di essere stato esaustivo, dai un'occhiata nei negozi dei nostri sponsor qui a fianco trovi tutto l’occorrente, prodotti ben fatti ad un prezzo abbordabile. Scusa se ho risposto in ritardo, spero che qualche amico si aggiungerà a questa discussione molto interessante.

Un abbraccio.
Vasco

nibbioblu

  • Newbie
  • *
  • Post: 4
    • Mostra profilo
Risposta #1 il: 15/01/2021 - 09:11
Avendo letto qualche articolo e post di Denis in materia di mimetismo avevo scritto un pò troppo di getto e senza presentarmi e me ne scuso. Così mi presento augurando anche un Buon Anno a tutti. La caccia al colombaccio é quella che preferisco, non posseggo altane per il passo anche perchè a causa del lavoro non posso ancora gestire richiami vivi. Utilizzo solo richiami finti impagliati e aste per la caccia in pastura o lungo qualche affilo (se lo trovo...) in campagna.  L'allestimento della parata mi appassiona molto così come tutta l'accessoristica che compro, modifico o auto costruisco.
Speravo di ottenere qualche parere su questa mia idea sul fogliame finto e riflessione annessa ma forse l'idea era troppo inconsueta.