FORUM Club Italiano del Colombaccio

Vasco

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1238
    • Mostra profilo
Risposta #1 il: 10/08/2019 - 12:16
Ai  Rappresentanti di Ambiti Territoriali di Caccia -
Comprensori Alpini  - Istituti Faunistici Privati -
LORO SEDI.
 
RICERCA SCIENTIFICA SULLA PROVENIENZA DEI COLOMBACCI IN MIGRAZIONE AUTUNNALE

Tra gli scopi statutari del Club Italiano del Colombaccio ha particolare risalto quello dedicato alla ricerca scientifica che, nel corso degli anni, si è manifestata focalizzando numerosi aspetti della biologia del selvatico (migrazione autunnale, nidificazione, svernamento, incidenza della caccia, ecc).
Recentemente, per merito del Prof. Enrico Cavina, il Club è riuscito a coinvolgere uno studioso di fama mondiale, il Prof Keith Hobson (Dipartimento di Biologia Western University London, Ontario, Canada),  al fine di riuscire a svelare uno dei segreti più intriganti di Madre Natura, vale a dire scoprire da dove provengono i colombacci che d’autunno avvistiamo in migrazione sui nostri cieli. Hobson provvederà a tracciare gli isotopi di idrogeno stabile presenti sulle penne delle ali dei colombacci e di conseguenza a stabilire l’esatta provenienza dei campioni esaminati.
Questo il progetto, ma tra il dire ed il fare … stanno di mezzo 15.000 euro, il costo stimato dallo studioso canadese per esaminare 1.000 penne di colombaccio.
Al fine di raggiungere questo ambizioso obbiettivo si sono instaurati stretti rapporti tra il Club e la cosiddetta Cabina di regia delle Associazioni Venatorie Italiane (nella persona del Dott. Pietro Pietrafesa) che condividendo il merito dell’iniziativa ha garantito la propria sinergica partecipazione e si è altresì attivata scrivendo una nota ( prot : 048/2019/PP del 30.7.19) ai Rappresentanti di tutti gli A.T.C. Italiani – Comprensori Alpini – Istituti Faunistici. Alla Federazione Italiana della Caccia, all’Enalcaccia, all’ANUU, all’ARCI Caccia, all’A.N.L.C., all’Italcaccia, all’E.P.S. ed al C.N.C.N. va il ringraziamento del Club per un così importante sostegno.
Al contempo, in relazione al fatto che anche tra gli scopi statutari dei vari A.T.C. ha spicco la ricerca scientifica applicata alle specie oggetto di caccia affinché proprio i prelievi venatori siano durevoli e sostenibili, con la presente comunicazione Il Club Italiano del Colombaccio
si pregia segnalare
l’importanza della ricerca in argomento e sollecitare un fattivo e solidale contributo da parte dei rappresentanti degli Organi in indirizzo.
Per ogni approfondimento sulla ricerca e per le modalità di erogazione del contributo, nel ringraziare per la cortese attenzione, Vi preghiamo di contattare direttamente il Club Italiano del Colombaccio
c.a. Vasco Feligetti (feligettivasco@alice.it) Tel. cell. 335.6897394

IL CLUB ITALIANO del COLOMBACCIO   
« Ultima modifica: 10/08/2019 - 12:31 da Vasco »