FORUM Club Italiano del Colombaccio

Vasco

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1240
    • Mostra profilo
Risposta #111 il: 01/12/2019 - 12:19
Caro Seagate mi hai fatto il regalo più bello che ho ricevuto da quando, nel 2011,ho preso in mano questo "aggeggio",grazie.

I visitatori del nostro sito/forum ogni anno crescono in misura esponenziale,i numeri dell'indagine HISTATS riportati dal contatore del sito,in allegato, dimostrano quanto è importante e da tenere in condiderazione la caccia al colombaccio.Circa 85.000 contatti registrati solo nel periodo del passo, molti visitatori lo fanno per inviare i dati degli avvistamenti, sono numeri molto importanti,dimostrano quanto è frequentata e da tenere in considerazione la caccia al colombaccio. La ricerca scientifica è da sempre il biglietto da visita del ns.Club,auspico che anche la ricerca cui fai riferimento "DA DOVE VENGONO" capitanata dallo scienziato prof.Keith Hobson e dal prof.Enrico Cavina vada in porto, noi del Club ci mettiamo l'anima e qualche altra cosa...., spero anche chi ci legge raccolga il messaggio, perchè soltanto con il Vostro,anche minimo, contributo possiamo raggiungere l'ambito traguardo.
Un abbraccio.
Vasco
« Ultima modifica: 01/12/2019 - 12:21 da Vasco »

Seagate

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 99
    • Mostra profilo
Risposta #110 il: 30/11/2019 - 12:44
Mah...a me pare che questo forum,a livello di osservazioni e approfondimenti sul comportamento della specie colombaccio abbia poco da invidiare a quelli di altri paesi,perlomeno di quelli che sono stato capace di trovare e,a grandi linee, comprendere.Questo grazie al contributo di cacciatori di grande esperienza,alcuni dei quali hanno saputo anche approfondire gli aspetti più propriamente scientifici etologici della specie...ogni riferimento al Prof. non è casuale...trovando riscontri inconfutabili sul campo di caccia.Secondo la mia personalissima opinione sono proprio i riscontri pratici che tante volte mancano nei vari studi ad opera della scienza più o meno ufficiale che,sempre a parer mio modestissimo,tende a trascurarli.
Ora non so quanti siano i partecipanti attivi a questo forum ma, se vogliamo dare un segnale di partecipazione e raccogliere i fondi per la ricerca isotopica,contiamoci per vedere quanto è la quota pro capite e,chi lo ritiene opportuno,dia la sua disponibilità a cui farà sicuramente seguito il bonifico materiale.Daremo il via ad una ricerca che,mi pare di aver capito,non sia stata ancora intrapresa dai vari enti o istituzioni più o meno autorevoli e ascoltate.
Se non altro ci metteremo la coscienza in pace perché non credo che riusciremo a fare cambiare idea ad un'opinione pubblica nella stragrande maggioranza priva di quel minimo di cultura rurale che consente di comprendere le motivazioni di una persona che va a caccia...qualsiasi caccia ...noi lo sappiamo cos'è caccia e cosa è inutile uccisione...non voglio assolutamente tornare alla polemica iniziale...questa è solo una mia modestissima opinione.

Badger

  • Full Member
  • ***
  • Post: 202
    • Mostra profilo
Risposta #109 il: 29/11/2019 - 15:57
Sono d'accordo finiamola qui anche perchè da un punto siamo partiti ma stiamo arrivando da tutt'altra parte. Come finale non posso però esimermi dal fare alcune considerazioni diciamo così riassuntive le quali peraltro, investendo problematiche di carattere generale che ovviamente sfuggono al singolo intervento necessiterebbe di discussioni approfondite, le quali purtroppo non riverberando in alcun modo interventi pratici sarebbero fini a se stesse. ( mamma mia come sono verboso sembra che mi voglia presentare alle elezioni). Allora diciamo subito che l'Italia, in materia di evoluzione della cultura venatoria, è rimasta alquanto al palo. La dice lunga che iniziative come quelle che intraprende il club sono pari al vox clamantis in deserto ovvero interessano purtroppo a pochissimi. Molti altri paesi dell'areale mediterraneo e non solo beneficiano di studi e osservazioni che da noi sono pura fantasia. Insomma il cacciatore italiano è un consumatore disinformato al quale  non interessa il prima o il dopo ma spesso solo il durante, anzi meglio il proprio durante, ed è perciò refrattario a qualsiasi forma di gestione che possa limitare la propria attività e non ama interrogarsi troppo quasi che l'epoca della scapigliatura boccalona, tipo fucile e cartucce, non fosse tramontata da tempo, mentre intorno a noi tutto è cambiato. In questo atteggiamento gioca un ruolo importante l'età degli attori in campo, siamo un popolo di anta e ci manca tanto una spinta giovane. In ultimo io vedo un atteggiamento, largamente diffuso, tendente a dare il minor risalto pubblico possibile alla nostra attività. Zitti che il nemico ci ascolta, basso profilo, testa bassa e pedalare mi sembra nell'illusione che se non ci vedono o ci sentono ci ignorano, vi sembra che sia così? Bene augh ho detto. Non serve a niente ma almeno in questo forum potremo o non potremo dire tutto quello che ci pare, almeno fino a quando il tutto sarà all'insegna della buona educazione? Io dico di si. Adios

walt46

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 608
    • Mostra profilo
Risposta #108 il: 29/11/2019 - 10:22
Ciao Rinaldo...nn credo che siamo alla fruuta,siamo dove siamo perche a forza di ""NON DISCUTERE E LASCIAR FARE...ALTRI HANNO DECISO PER NOI""....e mi limito al campo venatorio naturalmente.Io sono fermamente convinto e stiamo battagliando per questo che la migratoria Europa vada tutelata ,rispettata e preservata in tutti gli Stati Membri,soprattutto RISPETTATA .Anche in Italia avevamo le nostre tradizioni,nessuno le ha difese....per talune credo sia meglio cosi !!!.AMEN .

aldorin

  • Moderatore
  • Hero Member
  • *
  • Post: 585
    • Mostra profilo
Risposta #107 il: 29/11/2019 - 09:49
Caro Walt46 la tua osservazione sta a significare che la Repubblique de Italie è alla frutta. O no?

Rinnovo pacatamente il mio invito a trattare altri argomenti, non perché non si possa parlare di tutto e di più, semplicemente perché condivido l'opinione di parecchi partecipanti al forum che segnalano giustamente (a mio parere) il fatto che questa discussione non porta a niente, anzi ...

walt46

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 608
    • Mostra profilo
Risposta #106 il: 28/11/2019 - 20:31
Alé....discussione che nn porta a niente...prova a farti vedere a degollare o sopprimere a mano o sbattendolo in terra  un volatile ...poi me la racconti nella REPUBLIQUE DE ITALIE....caro !!!Ciao

def

  • Newbie
  • *
  • Post: 32
    • Mostra profilo
Risposta #105 il: 28/11/2019 - 11:33
buongiorno,concordo in pieno con seagate,senza offesa x nessuno ma e' una discussione che non porta a niente.

Seagate

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 99
    • Mostra profilo
Risposta #104 il: 27/11/2019 - 21:21
Scusate se mi intrometto ma sono un po' duro di comprendonio...mi pare che tra ambientalista e animalista ci sia una netta differenza ma nei vs interventi non sempre riesco a coglierla...ho come l'impressione che vengano mescolati i termini...
A quasi sessant'anni sono arrivato alla conclusione che vado a caccia perché mi hanno trasmesso la passione in tenera età...ormai ce l'ho...quindi certi pensieri li lascio agli animalisti...mi limito a rispettare le norme,fin troppo restrittive,a pensare alle possibilità di recupero e consumo alimentare.
Mi sa comunque che tra qualche anno sentiremo dire che non si devono potare gli olivi perché
 anche loro sono esseri senzienti e soffrono.



giamp50

  • Hero Member
  • *****
  • entroterra Conero -media bassa Valmusone
  • Post: 1319
    • Mostra profilo
Risposta #103 il: 27/11/2019 - 19:23
Mi associo a quanto da Te esposto da Badger.

Credo che dovremmo tenere la testa sempre alta, sostenendo le nostre tesi e sempre disponibili a confronti e riflessioni.
Della tradizione ritengo si debba avere rispetto ma ciò non significa che ciò che andava bene allora sia accettabile anche oggi.

Tutto evolve, la segregazione razziale fortunatamente, almeno formalmente non esiste più. La discriminazione di genere, almeno per il suffragio universale ed almeno in occidente è stata superata. Il diritto assoluto del "padrone" di bastonare a morte un povero animale non esiste più. E così via.

Anche il prelievo venatorio da semplice predazione si sta trasformando in gestione faunistica con attenzioni alle sensibilità della attuale società.
E noi come cacciatori non possiamo che essere anche ambientalisti.

Badger

  • Full Member
  • ***
  • Post: 202
    • Mostra profilo
Risposta #102 il: 27/11/2019 - 19:06
Scusate nell’empito della passione ho dimenticato qualche quisquilia, sul tavolo operatorio mentre il chirurgo mi diceva che per due mesi non potevo usare la mano ho detto testualmente: sarà anche antipatico ma io vado a caccia e per me perdere l’ottobre è come aver perso il biglietto vincente del super enalotto. Sapete cosa mi ha detto? Dove hai la tesa? E sulla cartella mi ha scritto il nr di cellulare pregandomi di chiamarlo se avevo bisogno. Siamo più forti di quanto pensiamo!!!!

Badger

  • Full Member
  • ***
  • Post: 202
    • Mostra profilo
Risposta #101 il: 27/11/2019 - 18:56
Io francamente non vi capisco proprio sembrate una scolaresca sorpresa con le mani nel vasetto della marmellata!! Ma stiamo scherzando? Dobbiamo avere timore di dire pane al pane? Perché pensate davvero che grazie alle nostre affermazioni quando queste non sono politically correct prestiamo il fianco alla critica animalista? illusi questa gente cioè quella non intelligente ci odia e vi combatte a prescindere! No io voglio anzi devo esprimere liberamente il mio pensiero è se ho dei dubbi se qualche cosa sembra essere diversa questo a mio modesto avviso non è sintomo di debolezza ma di maturità. Cosa siamo dei cristiani nelle catacombe? Carbonari? I novelli Rosacroce? È proprio questo atteggiamento di sudditanza psicologica che ci rende deboli come se sapessimo in cuor nostro di essere nel torto. Non ci sto e se qualcuno si vergogna, se teme di essere additato al pubblico ludibrio per le sue idee, le sue convinzioni, le sue sane passioni, cambi mestiere, cambi forum perché se mi dite che è così allora sono io che cambio forum!!!!

Denis

  • Visitatore
Risposta #100 il: 27/11/2019 - 18:46
Denis quando ci racconti di Mesola ecc. ti  vogliamo bene, sai quanto....ma lascia stare i particolari che riguardano il lato "meno bello"  della caccia. I cinghiali ecc. sono comunque una risorsa per la caccia e per l'economia, la gestione? non spetta a noi discuterne la materia è molto complessa e di difficile interpretazione.
Poi più ne parli e più ti ecciti e perdi il controllo degli "azzichi"...
Lascio perdere tutto a questo punto.tu Vasco hai ora deviato l'argomento della bagarre come l'ha nominata chi l'ha iniziata.
Si rileggano certuni nelle loro discriminazioni sulle Palombières.
Vadano a fare gli ambientalisti anziché i cacciatori se son turbati dal possibile terrore del selvatico preso in rete e poi del selvatico ucciso da altri.non sono mica turbati da quello che terrorizzano loro prima con un cane in ferma e poi con fucilata oppure con una muta di cani che rincorre un cinghiale. Ma vi rendete conto quello che é stato scritto:
Terrore in attesa di essere stretti con una mano che li farà soffocare sbattochiamento di ali contro le reti di cattura prima di essere uccisi.
Una caccia tradizionale al colombaccio con anni e anni ani cenntinaia di anni patrimonio culturale di una intera regione francese consolidamenta e rispettata da una intera nazione ed anche a livello Europeo condannata sul sito del Club Italiano del colombaccio
Oh Dio! Dio!  che roba tocca vedere in quei video delle palombieres francesi.
Non ho parole e prima che mi vedete nuovamente qui se mi rivedrete......anzi vi saluto a tutti  é stato  un piacere finché lo é stato.

Vasco

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1240
    • Mostra profilo
Risposta #99 il: 27/11/2019 - 16:50
Denis quando ci racconti di Mesola ecc. ti  vogliamo bene, sai quanto....ma lascia stare i particolari che riguardano il lato "meno bello"  della caccia. I cinghiali ecc. sono comunque una risorsa per la caccia e per l'economia, la gestione? non spetta a noi discuterne la materia è molto complessa e di difficile interpretazione.
Poi più ne parli e più ti ecciti e perdi il controllo degli "azzichi"...



aldorin

  • Moderatore
  • Hero Member
  • *
  • Post: 585
    • Mostra profilo
Risposta #98 il: 27/11/2019 - 16:45
ben detto Vasco!

fucili, posa, volo, reti ... per l'opinione pubblica poco cambia.

Vasco

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1240
    • Mostra profilo
Risposta #97 il: 27/11/2019 - 16:36
Tu ambientalista? cosa dovrei dire io....giamp quando si parla di catture, per l'opinione pubblica, come la giri sbagli, meglio non parlarne, fucile o reti poco cambia.