PREVISIONE

Aggiornamento – Analisi e previsione al 15 Ottobre

PREVISIONE : a breve ok per 17 Giovedì per nuovo ulteriore impulso ,incluso possibile nuovo involo di massa da Mesola

ANALISI sintetica 1-15 Ottobre .

La Migrazione si è mossa e sviluppata precocemente e si sono confermati i giorni previsti 8-12-15 Ottobre ( vedi previsioni precedenti) nelle condizioni atmosferiche previste anche a lungo termine . Importante l’involo di massa da Mesola ,ed entrature e transiti precoci su Friuli e Liguria ( vefi Forum) .I transiti /passi locali sono stati fortemente condizionati dalle situazioni meteo locali , anche con differenze importanti – nebbie/venti ascensionali/alta umidità e scarsa visibilità- tra valli e valichi vicini su direttrici percorse in fretta senza stop-over e con arrivi/partenze molto molto precoci sul versante Tirrenico ( Populonia,Elba ed anche Corsica) .

Nel complesso la Migrazione considerata nel suo complesso di transito trasversale sulla Penisola , si è svolta e si sta svolgendo secondo i canoni classici sec. i modelli già elaborati scientificamente e statisticamente ,basati sui dati raccolti da Rinaldo Bucchi ( 1998-2007) ed in particolare il grafico del 1998 pubblicato a
https://www.researchgate.net/publication/328336987_The_General_Pattern_of_Seasonal_Dynamics_of_The_Autumn_Migration_of_The_Wood_Pigeon_Columba_Palumbus_in_Italy dove si evidenzis la precocità di picco/ondata al 8 Ottobre . La prima impressione è che quantitativamente ( vedi anche oggi 15 Ottobre – osservazione diretta su valico Marche/Umbria) la massa migrante sull’Italia sia in forte incremento e si allinei a quanto verificatosi a Falsterbo ( vedi sotti) in termini di triplicazione sulle medie dell’ultimo quinquennio .Molti dettagli si avranno dal retroattivo MSM ( Rinaldo Bucchi) a fine stagione . Le previsioni per i prossimi 15 gg risultano difficili dara la incostante variabilità delle basilari previsioni Metro.In bocca al lupo .Enrico Cavina

Aggiornamento Francia : linea migratoria al di sopra della Svizzera – stazione di osservazione Cret des Roches ( Lione) – A tutto il 15 Ottobre sono transitati 1.079.122 Colombacci con picco/ondata 11-14 Ott.

Aggiornamento Falsterbo – Svezia : totale transiti 559.429 con nuovo picco 15 Oot. con 124.000

PS -Considerazione : anche sulla base dei dati che si raccolgono in questi giorni , appare sempre più evidente la necessità di dover conoscere le ORIGINI delle popolazioni che arrivano in ondate per comprendere meglio tutto l’andamento della Migrazione .La proposta di Ricerca ” HOBSON” supportata dalla Cabina di regia di più Associazioni ed inviata per co-partecipazione agli ATC ( che hanno obbligo di Ricerca) , sarebbe stata recentemente oggetto di sberleffi gratuiti in sede di alcuni ATC , come sembra anche nelle Marche . Davvero vergognoso . Altri ATC -ancora troppo pochi- stanno collaborando . Invitiamo gli appassionati a far pressioni sul proprio ATC .La Ricerca Hobson è fondamentale per il futuro della Ricerca sul Colombaccio e tutti speriamo vivamente possa realizzarsi nel prossimo anno 2020 ,come proposto dal Club che ha ricevuto la disponibilità del Prof.Hobson , il più grande Esperto al mondo per le ricerche con Radioisotopi .

Aggiornamento Falsterbo 11 Ottobre 2019

Sono transitati ( prevalentemente 3-4-5 ott.) nei primi 10 gg di Ottobre 2019 434.100 colombacci ( Columba palumbus) Se confrontiamo questo dato con l’analogo periodo primi 10 gg di Ottobre ( 2014-2018) in questo quinquennio vi è stata una media di 106721 ( min.29.200 -max.326.250 <2016>) .

Rileviamo quindi un incremento del 306,8 % !!

possibile altro picco migratorio a Falsterbo ( ora non transitano più ) per 13-14 Ott.

Aggiornamento del 10 Ottobre.

Domani 11/Ottobre Venerdî possibile INVOLO di MASSA da Mesola , così come anche flussi massivi da Istria .NB. possibili migrazioni notturne : Luna piena il 13 .

Attenzione ( anche 11 ven.) NEBBIE a valli e MONTI

Aggiornamento del 7 Ottobre Lunedî

Dopo un buon inizio di Migrazione e “passi” locali – questi condizionati da meteo-orografia – Domani Martedî 8;potrebbe esserci un buon movimento Migratorio su tutto il Centro Italia a seguire Mercoledì .La Direttrice “padana” a Nord sembra essere stata sinora previlegiata su tutto il percorso da Friuli a Liguria ,inclusa variante costiera tirrenica a Sud sino a Piombino.La PREVSIONE si anticipa a Sabato 12 quando dovrebbe instaurarsi un isobara alta ( 1020-1025 hPa) su tutto il corridoio da NE-E ( Ungheria -Slovenia- Balcani ) sino da noi ,continuativa per più giorni ,durante i quali dovrebbe realizzarsi l’usuale “picco/ondata” migratoria della stagione .”Passi” locali condizionati dal meteo locale e dalla orografia.

La massa migratoria Nord Europea ( Scandinavia e dintorni) è già in avanzato percorso : negli ultimi 3 giorni – ieri incluso- Falsterbo ha registrato oltre 350.000 Colombacci in transito .

Aggiornamento del 4 Ottobre

Previsione Lungo termine : si stanno configurando ( previsioni siti Meteo) condizioni molto favorevoli ad involi di grandi masse / popolazioni per i giorni dal 15 al 18 . Unico dato negativo ,previsti venti moderati in opposizione.

Sempre Falsterbo a confermare l’avvio pieno della Migrazione del Paleartico Occidentale tutto oltre che da Scandinavia :

oggi la conta : 105.600

Aggiornamento h18 del 3 Ottobre

Ė molto verosimile che il termometro dello stato di maturazione ” siamo pronti a partire” risulti molto indicativo con le prime conte a Falsterbo ( Svezia) e valido per tutto il Paleartico Occidentale : oggi a Falsterbo sono transitati 27.400 Colombacci .

La vera Migrazione è quindi avviata .

In Italia già indicativi i dati da Liguria e Friuli .

Le Previsioni del mese sono continuativamente aggiornate in Colombaccio Scientifico e qui in Home Page. A seguire i dati già inseriti ed evolutivi, oggi 03 Ottobre- in assenza assoluta di arrivi da Balcani ( leggi Mesola) – va a confermarsi la previsione di uno sbalzo della P.A. nella giornata del 8 Ottobre e successivo mantenimento di condizioni favorevoli al volo migratorio  con venti lievi/moderati prima da N poi E-SE ,temperature in calo ,isobare larghe come segno di scarse turbolenze . La migrazione nel Paleartico Occidentale non si è ancora avviata ( vedi Falsterbo). La Mappa su Europa  evidenzia la condizione / corridoio isobarico da Est sino da noi .Anche su Mesola ( vedi grafico )  la previsione evidenzia notevole sbalzo della PA 8-9 Ottobre e venti N-NE .Ci sono le condizioni per aspettarsi una prima ondata migratoria.

Ultimo aggiornamento tarda mattinata: PRIMI ARRIVI DAL MARE DI COLOMBACCI A MESOLA