Premessa

Come ho sempre detto nelle varie riunioni del Direttivo allorché gentilmente invitato quale grande appassionato del selvatico che “ Sono necessari anche studi di monitoraggio invernale dei colombacci perché gli svernanti sono e saranno sempre i migratori dell’anno successivo” eccomi quindi finalmente ad inserire in questa rubrica il lavoro di questo primo monitoraggio invernale 2017/2018 eseguito al Boscone della Mesola essendo quest’ultimo uno dei punti favoriti in ottobre per uno stop-over più o meno prolungato delle popolazioni di colombacci in migrazione che poi in piccola parte lì svernano.
A Voi tutti auguro una buona lettura speranzoso in una più massiccia partecipazione per gli anni a seguire ed anche per tanti altri monitoraggi concomitanti da farsi in altre regioni come già intrapreso quest’anno anche dalle regioni Toscana e Marche.
Ringraziando per l’attenzione saluto cordialmente Tutti, Denis