FORUM Club Italiano del Colombaccio

Posto di caccia

  • Newbie
  • *
  • Post: 7
    • Mostra profilo
Risposta #4 il: 18/01/2019 - 09:39
Quando ci saranno le elezioni regionali  cari cacciatori toscani cercate di ricordarvi cosa non hanno fatto per voi  il sig. Rossi e combriccola.
Io certamente me lo ricordero' nella cabina elettorale.

Badger

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 52
    • Mostra profilo
Risposta #3 il: 15/01/2019 - 19:18
Visto? Tutto come da copione. Non mi è piaciuta affatto la Regione, discorsi molti e tanto fumo. Francamente si poteva fare di meglio, almeno tentare di salvare la faccia, ma dico io non si poteva ricusare il Presidente della Sezione del Consiglio di Stato in quanto dichiaratamente di parte? O devo essere io a insegnare loro? Mah alla fine come diceva l'arcinoto Avvocato Gargiulo: ancora l'abbiamo preso nel.......lo? O no? Ci ricorderemo di Lei esimio Sig. Rossi che è indaffarato a fare campagna elettorale  sui migranti invece di pensare ai suoi cittadini cacciatori, per quanto mi riguarda Oh se ce ne ricorderemo! Perchè alla fine quel giorno lì, in quella data là, dentro a quella cabina elettorale i nodi verranno al pettine e il buon Remaschi si cercherà un altro lavoro, magari dove si suda di più e si chiacchera di meno!

aldorin

  • Moderatore
  • Sr. Member
  • *
  • Post: 475
    • Mostra profilo
Risposta #2 il: 12/01/2019 - 22:44
Ti leggo ... ti leggo Badger ... ti leggo ...
Ciò che fa suonare il campanellino d'allarme è il fatto che queste nefandezze accadano in primis nella vostra Toscana, notoria locomotiva della caccia, tutta, per l'intera Italia.
C'è da preoccuparsi!
Per i magassi stai tranquillo, loro già lo stanno. Ultimamente mi sveglio prestino, però mi giro dall'altra parte e riattacco a ronfare. Sai ... sai che ci ho preso abitudine! Mi starò mica invecchiando? Vediamo un pò ... in ogni modo prima di chiudere la stagione un paio di "sabbiature" me le vado a fare...
At salut. 

Badger

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 52
    • Mostra profilo
Risposta #1 il: 12/01/2019 - 18:40
Allorquando si diffuse la notizia della sentenza del Consiglio di Stato si levarono una pletora di voci che reclamavano a gran voce l'intervento della Regione per superare il problema. Alcuni, e non faccio nomi per carità di patria, sostenevano che la Regione "doveva e soprattutto poteva" intraprendere iniziative di carattere tecnico-amministrativo atte a ristabilire la necessaria giustizia verso i cacciatori toscani. Il vostro qui presente che per carità non è un leguleio acculturato ma ha "sfrucugliato" per lavoro nel campo del diritto amministrativo per almeno 20 anni rimase invece piuttosto scettico al riguardo e i fatti gli stanno dando ragione. Infatti non esiste nessuna e ribadisco nessuna possibilità,  a mia modestissima conoscenza e se rimaniamo nel possibile legalmente parlando, di bypassare la sospensiva a meno di voli pindarici francamente impensabili. Dunque da mercoledì prossimo (escluso) l'uccello blu potrà godere di quindici giorni di ferie non programmate.  Ora non è che questo mi sconvolga, anche perchè di recente almeno il sottoscritto ha qualche difficoltà a reperire il nostro, ma mi dispiace che si siano fatte circolare voci che inaspriranno le delusione per l'ingiustizia patita. Anche gli Organi Regionali dovrebbero dire con chiarezza che questa situazione, che è bene ricordare è figlia di una nefandezza giuridica e che è stata totalmente subita, non è sanabile con atti propri e invece si parla di tavoli di concertazione etc Lunedì Remaschi va a Roma a parlare con ISPRA???? E di cosa parleranno, di grazia,  della crescita anomala delle patate in Idaho? Per favore non trasformate un torto subito in una farsa all'italiana!! Piuttosto mi permetto di ricordare che salvo errori e omissioni è nelle possibilità della Regione di concedere il prolungamento a Febbraio. Non che me lo auguri sia chiaro ma credo che volendo lo si potrebbe fare. Temo inoltre che ci saranno problemi perchè se uno va fuori a cercare un tordo (ultimamente ne sono stati avvistati alcuni gialli, perchè sono appunto rari come i famosi cani gialli) e gli viene a mezzo tiro, sulla testa,  un colombaccione cosa fa, si volta dall'altra parte o grida con voce stentorea sciò, sciò? Voi che dite? E' bene ricordare a tutti che l'abbattimento di un selvatico a cui la caccia, nel periodo, non è concessa, configura  ipotesi di reato penale e quindi non sanabile attraverso sanzione e oblazione. Mah il solito pasticcio italiano dove il diritto è ancora una volta come la trippa, tirala dove vuoi, come vuoi, quando vuoi; prevedo tempi duri a seguire perchè i pentastellati vorrebbero abolire la caccia e del clima si approfittano tutti quelli che possono ma la cosa peggiore che ci potrà capitare sarà quella di vedersi ridurre tutto al lumicino ma senza chiudere perchè i nostri soldi alla fine contano eccome  se contano. Concludo con un'amara riflessione: come è possibile che in Toscana, che è la Regione più attenta alla normativa sulla caccia, che redige un calendario venatorio che sembra la Divina Commedia, possa succedere questo? Evidentemente non basta e allora traiamone almeno insegnamento. Ciao Cari (non uso il saluto del Falcidiatore Colombacciato  Romagnolo perchè temo si sia congelato in riva al mare recuperando un magasso in costume da bagno)