FORUM Club Italiano del Colombaccio

tamburo

  • Newbie
  • *
  • Post: 23
    • Mostra profilo
Risposta #8 il: 02/01/2019 - 13:46
ho notato anche io che gli abbattimenti per i primi giorni di ottobre hanno riguardato sogetti adulti con collarini poi subito dopo tutti soggetti giovani ma con colorazione strana quasi giallo sporco senza collarini becco piu piccolo del solito,ben in carne,,,non credo che la preapertura condizioni in un giorno la popolazione poiche mi sembra che il Keyconcept asserisca che ol prelievo è auspicabile da quella data, ma glia ltri paesi europei quando aprono la caccia alla specie colombaccio.

Denis

  • Hero Member
  • *****
  • EE
  • Post: 828
    • Mostra profilo
Risposta #7 il: 31/12/2018 - 13:04
Nell'ultima mia uscita proficua ai colombacci il giorno 8 dicembre, su 19 soggetti catturati, 9 erano sprovvisti di collarino bianco, con le bordature di alcune penne di colore tortorino. Nella misurazione delle ali avevo anche notato che nei "giovani"  la lunghezza era mediamente di 1,5 cm. più corta.
Colgo l'occasione per fare gli auguri a tutti i colombacciai.
Lorenzo


Sicuramente tra gli altri (da te Lore considerati tutti adulti) ci saranno anche altri colombacci con presenza di collare ma non adulti del tutto.
Con questa ultima considerazione oserei dire che diventa significativo il fatto che il tuo carniere in periodo invernale è formato da oltre il 50% di soggetti giovani.
Ancor più significativo però il fatto che i collari non erano presenti ossia ciò a confermare che trattasi di soggetti nati sicuramente a metà del mese di settembre.
I primi accenni di collare possono avvenire anche all'inizio del terzo mese e quindi se i tuoi soggetti erano proprio mancanti non ci sono dubbi che siano nati con una covata iniziata a metà agosto.
 
Covata iniziata a metà agosto significa dire una ennesima volta che la preapertura al colombaccio è solo dannosa e poco sostenibile sulla specie e lo è sopratutto perché in preapertura viene decimata la nostra popolazione di sedentari e non quella dei paesi limitrofi ma fortunatamente non quella dei migranti a lungo raggio. Meditate su questo....


Perché significativo il fatto che quasi il 50% del carniere è composta da soggetti giovani ??
Perché, secondo il mio parere uccidere troppo oltre il 50 % della popolazione di adulti sarebbe una cosa troppo intrigante e poco sostenibile sulle specie a lungo andare o no?


Considerando che adesso in periodo di migrazione il prelievo complessivo totale dei giovani colombacci é del 23% in più sugli adulti (vedi M.S.M. 2017 di Rinaldo Bucchi) rispetto ai prelievi fatti dal 1998 al 2007 dove il prelievo degli adulti era del 52% si può sostenere ancor di più adesso che il prelievo sulla specie in periodo di migrazione con un complessivo totale del 2% degli avvistamenti è sicuramente ed ancor più sostenibile.
Rimane però tutto da verificare a livello nazionale quale sono le percentuali di adulti catturati rispetto ai giovani nel periodo di svernamento.
Studio anche questo che è sicuramente di primaria importanza.
Un saluto, e Auguri anche a Te.
Denis











Sono cacciatore e fiero di esserlo, Denis.

Lore

  • Full Member
  • ***
  • Post: 135
    • Mostra profilo
Risposta #6 il: 31/12/2018 - 09:55
Nell'ultima mia uscita proficua ai colombacci il giorno 8 dicembre, su 19 soggetti catturati, 9 erano sprovvisti di collarino bianco, con le bordature di alcune penne di colore tortorino. Nella misurazione delle ali avevo anche notato che nei "giovani"  la lunghezza era mediamente di 1,5 cm. più corta.
Colgo l'occasione per fare gli auguri a tutti i colombacciai.
Lorenzo

giamp50

  • Hero Member
  • *****
  • entroterra Conero -media bassa Valmusone
  • Post: 902
    • Mostra profilo
Risposta #5 il: 29/12/2018 - 12:16
Mi sa che i Grandi, un giorno ebbi l'opportunità di ascoltare in una esposizione canina il Cav. Ciceri, il quale definì un ciuffo di peli sul di dietro di uno spinone non consono alla razza come una "aberrazione", ed appunto così definirebbero questi soggetti, salvo che quello di fiuto sia un incrocio interspecifico.

Vasco

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 795
    • Mostra profilo
Risposta #4 il: 29/12/2018 - 10:54
Ciao fiuto, Denis è stato molto esaustivo,il colombaccio ha la conformazione del piumaggio e del becco di un adulto e secondo me è una eccezione alla regola  e che il soggetto ha caratteristiche genetiche modificate, da escludere (forse) sia nato a fine settembre.

Saluti
Vasco

fiuto

  • Newbie
  • *
  • Post: 17
    • Mostra profilo
Risposta #3 il: 28/12/2018 - 20:42
Grazie mille Denis soprattutto per il tuo immediato intervento.
Posto un'altra foto se può tornare utile.
Saluti Fiuto

Denis

  • Hero Member
  • *****
  • EE
  • Post: 828
    • Mostra profilo
Risposta #2 il: 28/12/2018 - 20:22
.........catturare un esemplare così giovane il 27 dicembre.
Secondo voi si tratta di casi eccezionali o veramente i colombi stanno tardando la nidificazione?
Buona sera fiuto. Hai fatto benissimo a postare la foto ed il tuo quesito.




Non è  che i colombacci stanno ritardando la nidificazione come scrivi  tu fiuto.
Dalla foto quel colombaccio indicativamente potrebbe FORSE avere due mesi/due mesi e mezzo o forse tre.
Non ha più il piumino, come non ha nemmeno più i colori del colombaccio giovanissimo. Ha  già preso il colore tendente azzurro ed il colore del petto verso il violaceo, ma gli manca ancora qualche accenno di collare che solitamente inizia a venire fuori al 4° mese.
Ma , ma , ma ha anche il becco assomigliante molto più ad un colombaccio adulto che ad un colombaccio di 3 mesi.
Si potrebbe quindi dire FORSE  nato come minimo a fine settembre ossia non più da considerare così eccezionale alle nostre latitudini.
Se teniamo conto dell'espansione del colombaccio nei paesi dell'Ovest come Francia, Spagna, Portogallo, Italia dobbiamo appunto pensare che l'illuminazione diurna è ben maggiore ancora a settembre in questi paesi rispetto ai paesi del Nord e Nord-Est.
Aggiungiamoci sempre alle nostre latitudini l'abbondanza di alimentazione reperibile ancora fino a fine settembre ed oltre più il cambiamento climatico ed ecco che abbiamo 3 condizioni che sommate permettono un prolungamento della nidificazione che spiega anche il perché dell'espansione del colombaccio.
Ovvio che però non siamo ancora in grado di definire se questi colombacci che molti chiamano sedentari, stanziali, stanzializzati, ecc.. avranno geneticamente le stesse caratteristiche di quelli che nidificano al Nord/Nord-Est dove madre natura nei millenni ha fatto sì che quei colombacci sono, secondo me, geneticamente molto ma molto più forti e resistenti ed anche in qualche modo diversi.
Da qui riprendo la mia disamina sul colombaccio della foto che sembra secondo colore, becco e piumaggio più somigliante ad un adulto ( seppure con in minima parte una leggera bordatura ancora presente sulle copritrici alari), quasi adulto FORSE con caratteri genetici più deboli ?.
Allego una foto di un colombaccio che ho ucciso qualche anno fa a fine ottobre a Mesola.
Apparentemente con colore da adulto senza collare ( solo 3 piume bianche  da un lato: non visibili qui nella foto) ma con chiari segni FORSE di caratteristiche genetiche alterate.
Così mi rispose uno studioso Spagnolo al quale mandai la foto per avere spiegazioni in merito al soggetto ucciso.


A seguire per altri che vorranno risponderti.
Un saluto, Denis
Sono cacciatore e fiero di esserlo, Denis.

fiuto

  • Newbie
  • *
  • Post: 17
    • Mostra profilo
Risposta #1 il: 28/12/2018 - 17:53
Buonasera a tutti vorrei interpellare tutti voi ma soprattutto i veterani se vi è mai capitato di catturare un esemplare così giovane il 27 dicembre.
Secondo voi si tratta di casi eccezionali o veramente i colombi stanno tardando la nidificazione?