FORUM Club Italiano del Colombaccio

Denis

  • Hero Member
  • *****
  • EE
  • Post: 873
    • Mostra profilo
Risposta #75 il: 11/01/2019 - 22:09
Aggiornato oggi il monitoraggio a Mesola con i rilievi di altri due cacciatori nella rubrica:
"monitoraggio svernanti".
X sole 3 giornate di rilievo in più ( il 6,7 e 9 ottobre) abbiamo altri 20900 colombacci avvistati
Ammontano così a 93656 i colombacci avvistati da soli 7 cacciatori per una ventina di giornate in tutto.
Immaginate cosa entra a Mesola in un mese.Se avessero partecipato più cacciatori sparsi per tutta la lunghezza del bosco sui due lati ci sarebbe veramente da stupirsi per le cifre totali.   
https://www.ilcolombaccio.it/CMS/category/monitoraggio-svernanti/
Buona serata. Denis
Sono cacciatore e fiero di esserlo, Denis.

Enrico Cavina

  • Sr. Member
  • ****
  • Fabriano ( Ancona )
  • Post: 361
    • Mostra profilo
Risposta #74 il: 10/01/2019 - 07:14
Il contributo di Denis Bianchi ,puntuale ,preciso,dettagliato è essenziale per avviare uni studio su larga scala circa lo svernamento in Italia . Mancano dati precisi e continuità dei rilevamenti anche per capire l’entità o meno dei fenomeni di c.d. Erratismo/Nomadismo .
Il collegamento con i dati documentati dei cambiamenti nelle scelte di culture agricole intensive ,sarà sempre più importante .
Ho visto su Sky TV Canale 235 un documentario girato nella AFV di Monteverdi ( alta Maremma ) : ecco sarebbe importante l’obbligo per le AFV di monitorare  lo svernamento nei loro territori . E poi c’è tutto il Sud carente in queste collaborazioni . Peccato ! Ad maiora !
Enrico Cavina
ecavinaster@gmail.com

Denis

  • Hero Member
  • *****
  • EE
  • Post: 873
    • Mostra profilo
Risposta #73 il: 09/01/2019 - 21:37
Grazie a tutti Voi per i complimenti.


Per chi interessato ho aggiornato ora la rubrica : "Monitoraggio svernanti"
https://www.ilcolombaccio.it/CMS/category/monitoraggio-svernanti/


Due i nuovi titoli sulla Riserva naturale "Bosco della Mesola"[/size] [/size]

[/font]
A) Riserva Naturale Bosco della Mesola : la migrazione, lo stop.over in ottobre e lo svernamento del colombaccio anno 2018/2019.[/font]

B) Monitoraggio svernanti Bosco della Mesola inverno 2018/2019.[/font]
Buona lettura.[/font]
Saluti, Denis[/font]
[/font]
[/font]
Sono cacciatore e fiero di esserlo, Denis.

fiuto

  • Newbie
  • *
  • Post: 17
    • Mostra profilo
Risposta #72 il: 09/01/2019 - 19:32
Grande Denis
Vedere le tue foto mi fa venire la pelle d'oca.
Veramente fantastiche sembra di volare insieme a loro.
Grazie di cuore Fiuto

Rimescolo

  • Sr. Member
  • ****
  • campiglia m/ma
  • Post: 344
    • Mostra profilo
Risposta #71 il: 08/01/2019 - 15:24
Bravo Denis, :D :)
La passera è sempre la passera! Solo la fetta di cocomero fresca ci va vicino.........

Carlos

  • Full Member
  • ***
  • Moscosi-Cingoli
  • Post: 135
    • Mostra profilo
Risposta #70 il: 07/01/2019 - 08:22
Grazie Denis per i bellissimi documenti. Le foto poi non sono affatto male.

aldorin

  • Moderatore
  • Sr. Member
  • *
  • Post: 475
    • Mostra profilo
Risposta #69 il: 06/01/2019 - 21:39
Denis!!!

Oltre ad essere l'avamposto della migrazione sei anche "l'artista" della migrazione. E che artista!

Grazie. Grazie per il tuo contributo alla comune passione.


Denis

  • Hero Member
  • *****
  • EE
  • Post: 873
    • Mostra profilo
Risposta #68 il: 06/01/2019 - 17:53
Aggiornata oggi la cartella foto Mesola 2018.
 
Non ho moltissime foto per quest'anno ed in oltre nelle poche giornate effettuato in loco non ho avuto l'illuminazione necessaria per eseguire buone fotografie vedi giornate nebbia o con cielo coperto o anche controluci causa impossibilità di scattare diversamente nel luogo.
Buona serata a tutti e Buona visone a tutti colori che vorranno vedere:
https://www.ilcolombaccio.it/CMS/foto-mesola-2018/
Sono cacciatore e fiero di esserlo, Denis.

Enrico Cavina

  • Sr. Member
  • ****
  • Fabriano ( Ancona )
  • Post: 361
    • Mostra profilo
Risposta #67 il: 02/01/2019 - 18:30
Dobbiamo ringraziare , dobbiamo elogiare ………

Colombaccio Scientifico ha chiuso il 2018 riportando una sintesi (CV) del lavoro scientifico sviluppato dal Club in oltre venti anni .

Va ancora una volta sottolineato che la missione principale del Club è per la Caccia, per la difesa della Caccia, e tutte le Ricerche promosse ( vedi CV) si affiancano a questa “difesa” e cultura nei termini di “Citizen Science “ ( vedi Wikipedia) concetto moderno e potentemente evolutivo quale riconoscimento al contributo che comuni cittadini possono dare alla Ricerca scientifica.

Non sempre chi frequenta il sito del Club (Forum,Rubriche ecc. ) si rende conto di quanto abbia importanza questo contributo di volontari Rilevatori. Questo anno c’è stata però una flessione di partecipazione.

Però ….dobbiamo ringraziare enormemente, ed elogiare, alcuni Rilevatori che con continuità hanno diligentemente osservato e registrato l’andamento della Migrazione.

Denis Bianchi ha lamentato una scarsa partecipazione  su “Mesola” (che poi Mesola  invece interessa tutti durante la stagione), ma già il 1° Gennaio ci ha fornito una sintesi di dati forniti da tre Cacciatori di ATC Ferrara che in 133 ore di caccia si sono anche preoccupati di registrare i movimenti di 46.810 Colombacci ( incidenza del carniere-caccia 0,52% !) in Mesola, mettendo a disposizione una serie di dati che offrono già di per se una base analitica molto importante per studiare la Migrazione 2018 .

Bravissimi quindi questi Cacciatori che sono

Renzo Pausini
Roberto Valentini
Giuseppe Rossi ( quest’ultimo fornì la fotografia dell’involo di massa del 25 Ottobre 2014 )
Denis Bianchi non dispera di poter raccogliere altri contributi. Sempre nell’area Mesola abbiamo poi la continua collaborazione di Lorenzo Musiani .

Come già segnalato  nelle analisi/sintesi anche MCL 2018  ha sofferto una flessione di partecipazioni attive, ma alcuni nomi vanno ricordati e ringraziati, ed i loro dati sono tutt ’ ora in elaborazione ulteriore.

Questi Cacciatori sono ( nomi e/o indicazioni email ):

Carlo Salucci, Aldo Borelli, Gianni Panchetti, Paolo Cenni, Walter Porcile, E.Colantoni,s.Mancini, Stefano Fumanti,A.Barboni, Franco Gori, Giacomo Secciani, Federico Gili, Gennaro D’Ignazio, Federico Lamponti, Renato Bianchi ,Meo,Egradelle, Ediltek, Barone Rosso

oltre a Rinaldo Bucchi, Denis Bianchi, Graziano Giovanetti, Vasco Feligetti nelle loro funzioni gestionali .

Infine al di là del 2018, sentiamo il dovere di ringraziare antichi contributi  (P.C. 1997-2007) di Oliviero Benedetti, Giuseppe Brunengo, Sergio Bruzzone, Renato Cecchini, Franco Gessi, Denis Vigolo, Michele Cancellieri ed ancora Paolo Cenni e Riccardo Rossi, questi ultimi nell’area Mugello che hanno fornito dati a partire dal 1987 , permettendo di evidenziare un incremento(1987-2018) dei voli osservati,  superiore al 190 % .

In Italia nessuna Istituzione scientifica può disporre di così tanti elementi di analisi scientifica.

Di tutto questo – come nel CV – fanno fede i Lavori ora pubblicati on-line su Italian Journal Woodpigeon Research .

Altri Rilevatori saranno certamente ringraziati da Rinaldo Bucchi che sta elaborando MSM, progetto nel quale è riuscito a recuperare contatti con Rilevatori che si erano persi dopo il 2007 .

Ci scusiamo per eventuali inesattezze/omissioni. Grazie a tutti ! –

Enrico Cavina – Colombaccio Scientifico –  2 Gennaio 2019
Enrico Cavina
ecavinaster@gmail.com

Denis

  • Hero Member
  • *****
  • EE
  • Post: 873
    • Mostra profilo
Risposta #66 il: 28/10/2018 - 11:53
Scusate ma secondo voi cosa credete che mangino in estate nei loro luoghi di nidificazione ?? Ghiande di quercia o faggiola che non esistono in quel periodo oppure grano, orzo, colza ecc..
Se tanto mi da tanto, vi siete mai chiesti quali sono i prodotti utilizzati in agricoltura in quelle immense pianure coltivate a cereali  nei paesi come Ungheria, Ucraina, Russia ecc....
Ma poi esiste ancora l'area contaminata  di Černobyl se qualcuno se lo fosse dimenticato e quindi che facciamo buttiamo la selvaggina magari ai cinghiali prima che questi prendano pure la peste suina visto l'arrivo dai paesi dell'Est di questa malattia arrivata già alle porte dell'Europa.
 Ma, vi siete mai chiesti quanta porcheria vi inietate nel corpo nel mangiare la pasta asciutta o in brodo coltivata fuori dall'Italia.??
Sta a vedere adesso che i colombacci si caricano di porcheria nel corpo proprio arrivando da noi!!
Scusate, era tanto per ricordare che l'Italia è uno dei paesi con i controlli più severi in agricoltura  e  purtroppo ci si dimentica che il cibo arriva da fuori Europa.
Chi sa perché?????
Buona Domenica a Tutti, Denis.
Sono cacciatore e fiero di esserlo, Denis.

Lore

  • Full Member
  • ***
  • Post: 140
    • Mostra profilo
Risposta #65 il: 27/10/2018 - 19:38
L'unico antidoto, se veramente sono pericolosi, è non mangiarli.
Quelli che oggi passano da me e mangiano grano, domani sono al Mugello o in Toscana o in Liguria.

Quelli che passano per la Romagna, le Marche, l'Umbria etc. ieri erano in Slovenia, Romania, Ungheria Croazia e anche li seminano il grano.
Personalmente sono del parere di Badger. Se cucinati bene sono deliziosi.

Comunque anche oggi buon movimento da Mesola verso nord/ovest nonostante il cielo coperto e lo scirocco. Sembrano che siano partiti tutti, ma il giorno dopo ne arrivano altri. Evidentemente si danno il turno a passare l'Adriatico.

Saluti Lorenzo

Seagate

  • Newbie
  • *
  • Post: 21
    • Mostra profilo
Risposta #64 il: 27/10/2018 - 12:45
E già i piccoli granivori muoiono e i grandi si avvelenano a lungo andare cosa succederà... personalmente non corro rischi mangiandone pochi pochi ma non perché non mi piacciono...

giamp50

  • Hero Member
  • *****
  • entroterra Conero -media bassa Valmusone
  • Post: 1004
    • Mostra profilo
Risposta #63 il: 26/10/2018 - 20:49
Carissimi,
fate vobis.

Certo è che la "concia" dei semi fa assorbire al selvatico che se ne ciba tanti di quei composti chimici antifungini che certamente non è salutate per nessuno.

In bocca al lupo.

Badger

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 52
    • Mostra profilo
Risposta #62 il: 26/10/2018 - 19:38
Caro Giamp, il piombo (sia caldo che freddo)è un nemico mortale dell'organismo eppure io che la caccia l'ho sempre mangiata e la mangio tuttora con una certa frequenza, e questo accade ormai da almeno 60 anni,sono naturalmente e inconsapevolmente in attesa di ciò che mi ucciderà, ma Ti posso assicurare che non sarà un avvelenamento da piombo.Quindi? Mangiali tranquillo, grano o non grano vai, e se vuoi qualche altra ricetta te la dò volentieri, con simpatia, ciao

Lore

  • Full Member
  • ***
  • Post: 140
    • Mostra profilo
Risposta #61 il: 26/10/2018 - 19:02
26/10/18. Durante il giro di osservazione odierno ho potuto riscontrare la presenza di 4 bei branchi di colombacci provenienti dal Boscone mentre si calavano in pastura.In totale circa 3.000 esemplari. Il tempo non permette niente di buono vedremo, se piove rimanderemo la cacciata.
Per Giamp, Forse bisognerebbe aprire una discussione su questo tema. In ogni caso ho sempre mangiato di questi colombacci e ti assicuro che sono buoni come gli altri.
D'altra parte come fai a sapere se un colombaccio che hai catturato oggi si è cibato di grano da seme nei giorni precedenti. Qua in pianura è normale vedere durante la migrazione branchi di uccelli blu dediti a mangiare il grano appena seminato.
Salutiamo Lorenzo