FORUM Club Italiano del Colombaccio

gigino

  • Full Member
  • ***
  • Post: 166
    • Mostra profilo
Risposta #8 il: 22/02/2014 - 18:51
buona sera giacomo,non so se ce anche a prato ma eventualmente non ci fosse ti do un numero di telefono che e della  asl veterinaria di firenze nord ed e 0556933076 tu li chiami dal lunedi al venerdi dopo le ore 9 e gli dai la tua mail e loro ti inviano il modulo per la registrazione che una volta compilato tu lo invii per fax e dopo pochi giorni loro ti inviano lo stesso con un numero di matricola che ti servira in caso di bisogno,la registrazione non e obbligatoria,pero se ti fermasse qualche agente facinoroso anche mentre li trasporti quella registrazione ti servira per dimostrare che sono piccioni di allevamento e non torraioli,il tutto non comporta spese e loro registrano solamente quanto tu affermi,unico obbligo e quello di dichiarare dove e situata la voiera e ne puoi denunciare quanti ne vuoi,io e gia due anni che lo fatto e non ho mai avuto ne controlli ne rotture.ciao

BADGER

  • Visitatore
Risposta #7 il: 22/02/2014 - 12:19
Caro Ribaltina esiste un regolamento ASL che impone la denuncia di detenzione non solo dei piccioni ma di ogni animale detenuto a qualsiasi titolo. Alla Provincia può forse non importare ma fai che ti succeda qualcosa e la ASL scopra che non li hai denunciati, la sanzione è per migliaia di euro. Il motivo è intuibile, di fronte a qualsiasi minaccia epidemica la ASL deve sapere dove sono detenuti gli animali potenziali veicolo. Non c'è nessuna formalità, vai da loro e dici dove li detieni. Non importa quanti sono e non devo dire se crescono o meno di numero. Loro ti danno una ricevuta con un codice tuo personale che ti servirà se tu dovessi avere bisogno di cure o analisi che ti saranno erogate in regime di ticket. Io tra l'altro ho avuto un controllo della ASL, inviatomi da CARI amici e non ho avuto problemi proprio perchè li avevo denunciati, vai tranquillo che non temo smentite.Ciao PS almeno a Livorno, quando l'ho fatta io, la denuncia non aveva costi poi non so.

Rimescolo

  • Sr. Member
  • ****
  • campiglia m/ma
  • Post: 338
    • Mostra profilo
Risposta #6 il: 22/02/2014 - 12:02
Ribaltina ciao, nel consumo personale è considerato anche l'utilizzo...che sottintende caccia, fiere ecc...
Il consiglio di Badger è molto importante per non incorrere in auto sanzioni, molto salate, che scattano d'ufficio.
La denuncia di ogni detenzione (o allevamento) all'a.s.l mette al riparo e permette di avere in tempo reale ogni informazione sanitaria specifica.
Il costo di tale comunicazione si aggira sui 12 euro complessivi.
Questo credo sia legge regionale, sicuramente normativa della provincia di Livorno!
Un saluto,
Rimescolo
La passera è sempre la passera! Solo la fetta di cocomero fresca ci va vicino.........

Ribaltina

  • Full Member
  • ***
  • Post: 229
    • Mostra profilo
Risposta #5 il: 21/02/2014 - 23:22
A me il comandante della polizia provinciale interrogato in merito alla detenzione dei piccioni mi disse che la denuncia all'ASL doveva obbligatoriamente essere fatta solo se allevavo i piccioni per consumo personale,e di terzi.Se l'allevamento era solo per caccia non necessitavano di alcuna denuncia.Provincia di Prato.

BADGER

  • Visitatore
Risposta #4 il: 21/02/2014 - 19:08
Occhio Giulio, se vai alla ASL devi aver denunciato la detenzione dei piccioni altrimenti.....lascia perdere, potresti incorrere in sanzioni pesanti. Ciao

Vasco

  • Administrator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 811
    • Mostra profilo
Risposta #3 il: 21/02/2014 - 16:13
Benvenuto Giulio, Pelo52 ti ha spiegato cosa devi fare, ma non perdere tempo in inutili esperimenti, l'esame delle feci è l'unica soluzione.
Un abbraccio.
vasco
 

Pelo 52

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 322
    • Mostra profilo
Risposta #2 il: 21/02/2014 - 12:11
Probabilmente O vermi o coccidiosi o tricomoniasi.
Le fatte come appaiono?
Se vai nel sito della chevita-gmh, traduzione italiano,  sui piccioni trovi di tutto e di più. Compreso tutta una serie di foto che ti indicano  di cosa è affetto quel piccione se le fatte sono come quelle in foto. Lascia perdere il fai da te. In Arezzo c'è lo zooprofilattico che, se gli porti le fatte dei soggetti che non ti portano a termine le covate e un piccione, nel giro di un'ora ti indicano la malattia.

Giulio

  • Newbie
  • *
  • Barberino Del Mugello
  • Post: 4
    • Mostra profilo
Risposta #1 il: 21/02/2014 - 10:56
Mi presento: è da molto tempo che leggo il forum, le cose che ho imparato leggendovi m'hanno aiutato molto nella caccia. Ora ho bisogno del vostro aiuto per un problema che ho con i piccioni. Covano regolarmente allevano i piolotti fino a sette otto giorni e poi li abbandonano, e questo sta succedendo da tre mesi e in quattro coppie, cosa si può fare le un problema di alimentazione?, io gli metto il mangiare che si trova in commercio che  ha tutti i semi anche ai colombacci e stanno benone.
Grazie