MCL – Analisi 30/10 – 5/11 , previsione – Nota di SINTESI

MCL – Analisi 30 Ottobre – 5 Novembre e Previsione -
Nota preliminare di SINTESI della Migrazione autunnale 2017
La condizione meteo della settimana ( Istria) è ben rappresentata in

https://www.wunderground.com/history/airport/LDPL/2017/10/31/WeeklyHistory.htmlBRANCO
( grafico)
da cui emerge lo sbalzo di PA da 999 hPa di Domenica 29 Ott. a 1026 HPa di Martedì 31 Ott. mantenendosi poi la PA su questi valori sino a Domenica 5 Nov. ( 1019 hPa) , creando così uno stato di non turbolenza atmosferica estremamente favorevole per il volo migratorio completo .

L’analisi della settimana è dominato dall’evento di straordinario involo ( puntualmente previsto nel dettaglio dell’alba ) di Martedì 31 Ottobre ( giorno di non caccia e privo di contributi MCL ) , evento documentato dalla straordinaria documentazione video – fotografica – testimoniale di Denis Bianchi a La Mesola , ulteriormente confermata dai transiti trans-Appenninici ( Mugello) e successivamente osservazioni sulla costa Toscana ( Populonia)
Dalle dettagliate testimonianze sui Forum si può stimare un involo/transito di oltre 150.000 trans-AppenniMESOLA CARTELLO6nici e 100.000 su Genova e Golfo Ligure ( direttrice Val Padana – Appennino Ligure – mar Tirreno Ovest e Sud ) .
Il proseguio dei passi Mercoledì 1 Novembre si concretizza in 168 Avvistamenti segn alati MCL con 13950 Colombacci ad entità media di branco 83 Colombacci ed altezza media 73m.
Di due giorni di furor altri involi più meno simultanei a Mesola sono stati segnalati a Pesaro Urbino e Monte Conero ed ulteriori transiti Appenninci e Tirrenici ( Liguria e Toscana ) : fanno fede i numerosi post dei Forum Regionali .

Da tutte le segnalazioni Forum si può – credo io personalmente – fare una stima di circa 350.000 Colombacci transitati in Italia ( Martedì e Mercoledì ) , ma dovendosi considerare solo Avvistamenti registrati su alcune direttrici vallive , non è fuori luogo pensare che in Italia da Nord a Sud sia transitato oltre mezzo milione di Colombacci solo in quei due giorni .
Di certo questa migrazione non è stata solo per contingenti presenti in stop-over in Italia prima di Martedì 31 Ott. ( Mesola e dintorni ) ma ha ricevuto flussi da Porta Morava – Balcani e dintorni che hanno ricevuto lo stesso forte impulso di furor dei Colombacci de La Mesola.

Dal 2 al 5 Nov. i passi sono andati gradualmente ma drasticamente riducendosi , caratterizzandosi anche con i primi vagabondaggi / erratismi propri di gruppi intenzionati a svernare in Italia o altri bloccati dalla perturbazione in atto .
Comunque ancora il 5 sono stati diversi Avvistamenti ai valichi Marche Umbria , anche branchi grossi in piena migrazione .

I numeri MCL della settimana 30 Ott.- 5 Nov.

-Avvistamenti 330
– Colombacci 24.440
– Media branco 50
– Media Altezze 79m.
– Prevalenti “ un po’ confidenti”

La previsione .

La Mesola ( e dintorni) accoglie ancora decine di migliaia di Colombacci . Un certo livello di migrazione in atto è rilevato ancora il 5 Nov. Quelli che avranno di nuovo impulso migratorio ( analogamente ad altri ancora oltre Adriatico ) troveranno condizioni di sbalzo importante della PA tra Lunedì e Mercoledì 8 Nov. .
Una ripresa di Migrazione residua potrebbe già essere Martedì 7 Nov. complice anche il chiarore Lunare ( superficie illuminata oltre 40% ) .
*******. *********. ********

Nota di SINTESI preliminare sulla Migrazione autunnale 2017

Se vogliamo cominciare a trarre qualche conclusione sull’utilizzo di MCL e dintorni possiamo già azzardarci a farlo con estrema prudenza ed umiltá .

Diciamo subito che sotto il profilo strettamente scientifico – e particolarmente statistico ( ripetitività , non continuità , molte variabili nell’elaborazione ecc.) – MCL non ha offerto garanzie per un’analisi tale da essere accettata su Riviste Scientifiche Internazionali .Rimane però un valore nel complesso molto indicativo per la stima della Migrazione 2017 .
Possiamo sottolineare alcuni punti .
– La partecipazione attiva e collaborativa è stata decisamente scarsa da parte dei SegnalatorI registrati ( circa 150 ) .
– L’insieme dei dati acquisiti assume più valore se integrato con selezionate segnalazioni inserite nei Forums Regionali .
– La Ricerca ha quindi una sua base “ certa” – empiricamente “ evidence based “-ma nel complesso offre risultati che dobbiamo definire approssimativi.
– I risultati di questa prima originale sperimentazione indicano chiaramente la necessità di un aggiustamento metodologico da studiare e realizzare per il 2018
Pur in attesa della conclusione prevista al 15 Novembre , già al 5 Nov. possiamo evidenziare alcuni dati significativi .
– Il numero totale degli Avvistamenti ( 30 Settembre – 5 Novembre ) è stato 4203
– Il numero totale dei Colombacci ( elaborazione automatica del sistema informatico MCL ) è stato 329.825 . Questo numero integrato con selezionate segnalazioni in Forum durante gli eventi di furor raggiunge una stima approssimativa in difetto , ma pur “ evidence based” , di 583.825 Colombacci .
– I branchi in transito avrebbero una consistenza media ( esclusi i dati Forum) per branco di 46 esemplari , ed una media globale di altezza di volo 80-90 m.al suolo , con un comportamento di confidenza globalmente modesto ( “ un po’ confidenti” ) ,e tendenza a migliorare ( “ confidenti” ) nella fase terminale dei passi , nonchè assente ( “ non confidenti “) nei giorni di furor .
– Meteo : la Migrazione si è svolta in regime di Pressione Atmosferica ( PA) mediamente e continuativamente elevata (1020-25 hPa) con focus su Istria e fatti salvi gli eventi di furor , venti per lo più favorevoli deboli/moderati ( n.b. Aree moderatamente cicloniche sull’Alto Adriatico persistenti in coppia ) , cieli prevalentemente sereni , visibilità oltre 10 km , temperature miti al di sopra delle medie stagionali , siccità . Ovviamente l’analisi dei “passi” locali risente delle condizioni meteo-orografiche con differenze anche grandi circa l’intensità dei flussi locali ( vedi Forum ).

La Migrazione è stata massiva – anche precoce – verosimilmente come non mai prima di questa stagione 2017 , e la quantificazione di MCL integrata Forum , può essere considerata in difetto rispetto alla massa di popolazioni migranti a ventaglio sull’Italia .
Se consideriamo il confronto con Estero ( dati storici Falsterbo e Pirenei ) dobbiamo anche riferirci al dato di census in Europa più attendibile : una stima globale pur in forbice molto larga di 30-70 milioni ( Website IUCN ) è ritenuta sorprendentemente attendibile . Quindi tutti i dati di conteggi migratori di alcuni pochi milioni registrati in migrazione , dovrebbero essere considerati in grande difetto e ciò dovrebbe riguardare anche l’Italia . L’analisi in confronto con l’Estero richiederà uno specifico approfondimento .

Gli eventi di furor in Italia 2017 registrati in MCL integrato Forum sono particolarmente avvalorati – oltre che dalla rispondenza con le “previsioni” – da una documentazione sul campo , ineccepibile come mai nella Ricerca Ornitologica : il lavoro di Denis Bianchi, Lorenzo ( Lore) e degli osservatori del Mugello merita plauso e stima particolari .
Gli eventi di furor saranno oggetto di ulteriori analisi dettagliate .
Tutti i dati MCL e Forum troveranno integrazione di analisi con le Ricerche di base di Progetto Colombaccio Italia ( Sauro Giannerini ) è relativa Sezione di Monitoraggio selettivo ( Rinaldo Bucchi ) . Di particolare rilevanza di analisi saranno le risultanze “giovani/adulti” e valutazione delle mute ( Sauro Giannerini ) .
Un ‘ analisi mirata all’interpretazione della massiva precocità migratoria 2017 – anche rapportata ai dati Estero – potrà fornire elementi di arricchimento conoscitivo sul rapporto tra Migrazione e cambiamenti climatici . Sarà ora per noi necessaria una non breve fase di sistematizzane dei dati disponibili . Tutto il lavoro troverà integrazione nella Monografia “ La Migrazione autunnale del Colombaccio in Italia “ ora in fase di completamento editoriale .
Concluderemo l’analisi dovuta dopo il termine previsto al 15 Novembre ma ci permettiamo di indicare come già conclusiva la presente esposizione di Sintesi.
Un ringraziamento particolare va a quanti hanno fattivamente collaborato in MCL e Forum, ed in specie a Vasco Feligetti e Marco Panichi che si sono adoperati a gestire le varie richieste .
Speriamo – anche con il lungo lavoro in divenire – di poter contribuire all’accrescimento culturale di quanti amano la Caccia al Colombaccio , e relative implicazioni di Scienze Naturali .
Chi scrive ha potuto seguire la Migrazione – ogni giorno dal 30 Settembre ad oggi – da un Osservatorio di Valico privilegiato con ampia visione valliva sull’entroterra Marchigiano sino all’orizzonte della costa Adriatica ( Pesaro) sulle direttrici Nord-Sud della dorsale Appenninica da Monte Catria ,nonchè dalla direttrice Est-Ovest da Monte Conero .

Ci sia concessa ora una pausa “ beccacciaia “ se gli anni,il fisico e le gambe c’è lo consentiranno allo scadere della 65* Licenza di Caccia .
In bocca al lupo a tutti.Molto cordialmente
Enrico

About Enrico Cavina

nato Bologna 27/12/1936 Liceo Classico Fabriano (An) Universitá di Pisa vive Aprile - Settembre su isola di Tilos Grecia Licenza di Caccia dal 1951 Licenza di Caccia in Grecia dal 1997 Licenza di caccia in Bulgaria dal 1967 Esperienze di caccia in Scozia,Finlandia,Russia,Iran,Turchia , Grecia,Ungheria,Bulgaria